52 sfumature di libri


  • La chiave di tutto

    Gino Vignali - Solferino

    25/05/2020 di Federico Sponza

    Primo romanzo scritto, senza il compagno Michele Mozzati, da Gino Vignali, papà di Smemoranda e di Zelig.

    E` un giallo ambientato in una Rimini felliniana, dove il ricordo del grande Federico trasuda lungo tutto il percorso investigativo che il vice questore Carlotta Confalonieri Bonnet deve compiere per risolvere il caso di una serie di ammazzamenti che a prima vista sembrano avere uno sfondo razzista. Carlotta, donna bellissima e milanese, è coadiuvata da una squadra investigativa originalissima in cui il latinista ispettore Appiciafuoco, il vice sovrintendente re dell`ignoranza Emerson Leichen Palmer Balducci e l`agente scelto nerd bergamasca Cecilia Cortellesi si amalgamano dando il meglio di loro stessi.

    La scrittura è scorrevole e la trama ben congegnata e coinvolgente. Il tutto accompagnato da una grande ironia che a tratti diventa vero e proprio umorismo da cabaret dove Gino è maestro indiscusso. Lettura piacevolissima e di grande aiuto per liberare la mente da problemi opprimenti.

     

  • Coach Wooden and me

    Kareem Abdul Jabbar - Add Editore

    21/05/2020 di Federico Sponza

     «Sono impressionato dai tuoi voti, Lew» disse coach Wooden al nostro primo incontro, mentre mi sedevo davanti a lui e alla sua scrivania piena di appunti. Voti? Ho pensato. Sei l’allenatore di una delle migliori squadre di basket del Paese e parli di voti? E le mie statistiche impressionanti? Come se avesse capito cosa stavo pensando, mi guardò negli occhi per tranquillizzarmi e disse: «Per la maggior parte degli studenti, il basket è qualcosa che passa. La conoscenza invece ti accompagna per sempre.»

    Questo è uno dei tanti aneddoti raccontati in questa biografia di un grande allenatore e l’omaggio ad un uomo, al basket e alla vita. Libro per chi ama il basket e lo sport in generale ma anche per chi crede nel valore dell’amicizia. Perché tra Jabbar e Coach Wooden è questa che c’è stata, oltre al rapporto tra allenatore e atleta. Il loro rapporto si racconta in due foto che ci sono nel libro (una è quella di copertina). Nella prima un allenatore bianco, cinquantaseienne, indica a un diciannovenne nero di due metri e venti come si sta in campo. Nella seconda, lo stesso uomo bianco, quasi centenario, si appoggia a quel ragazzo nero, ormai uno degli sportivi più famosi del mondo, per uscire dal campo tra gli applausi.

     

  • L`educazione

    Tara Westover - Feltrinelli

    12/05/2020 di Federico Sponza

     

    Vicenda sconvolgente, drammatica e, nello stesso tempo, bellissima. Tara racconta la sua storia di figlia cresciuta in una famiglia di mormoni integralisti alle pendici di una montagna dell`Idaho, in attesa della fine del mondo. Una vita con sette fratelli, senza scuola e dominata da un padre padrone che giudica nemici, la scuola, la medicina, gli ospedali, lo Stato. Una vita con una madre succube del marito che si improvvisa levatrice e diventa l`ostetrica, senza licenza, della zona. Una vita senza data di nascita in quanto la sua e quella dei fratelli non è mai stata registrata all`anagrafe. E poi l`autoconvincimento di disobbedire al padre e di andare al college dove inizia a conoscere tutto quello che non le era mai stato spiegato. A questo punto inizia il dolore nel dover mettere le distanze con la sua famiglia e a liberarsi grazie all`educazione. Per fare questo Tara ha dovuto trovare in se stessa una forza incredibile, una determinazione senza pari che, alla fine, l`hanno portata a conseguire una laurea alla Brigham Young University e un dottorato di ricerca in Storia a Cambridge Memoir angosciante che però si legge tutto di un fiato.

     

  • Il potere del cane

    Thomas Savage - Neri Pozza, 2017

    09/05/2020 di Federico Sponza

     

    Thomas Savage è autore di un romanzo stile western inquieto e potente che parla di omosessualità repressa e omofobia. Ambientato nello Utah nel 1924 è la storia di due fratelli. Uno, George, lento, imbranato e essenzialmente un brav`uomo. L`altro, Phil, omosessuale represso. George sposa una vedova e la porta a vivere al loro ranch. Phil fa di tutto per rovinarle la vita. Quando Peter, il figlio effeminato di lei, va a vivere con loro, si accorge di quanto succede alla madre e mette in atto una subdola vendetta.

    Savage mette a nudo le vite interiori dei protagonisti scavandone l`anima fino a renderla trasparente. Il paesaggio diventa a momenti protagonista e determina i comportamenti ed i caratteri degli abitanti.

    L`incipit è brutale ma alla luce della narrazione chiarirà perfettamente la tragedia che si sta preparando.

     

  • Fine pena: ora

    Elvio Fassone - Sellerio

    04/05/2020 di Federico Sponza

    Ho preso in mano questo libro incuriosito da mia figlia che  lo stava leggendo mentre preparava la sua tesi di laurea sulle sanzioni internazionali e i diritti dell`uomo e bene ho fatto a lasciarmi attrarre.

    Elvio Fassone, ex magistrato e componente del Consiglio superiore della Magistratura, narra di una corrispondenza durata ventisei anni tra un ergastolano e il suo giudice.

    E` storia vera che non vuole essere un saggio bensì un`opera che scuote e commuove, che chiede come conciliare la domanda di sicurezza sociale e la detenzione a vita con il dettato costituzionale del valore riabilitativo della pena, senza dimenticare l`attenzione al percorso umano di qualsiasi condannato.

    Libro da leggere per capire un po` di più sulla tematica.

     

  • Giallo al cabaret

    Autori Vari - Solferino

    28/04/2020 di Federico Sponza

    Giallo al cabaret consta di cinque racconti noir introdotti da Luca Crovi che fa della sua introduzione un altro racconto intorno alla Ca` Bianca.

    Gli autori rendono omaggio a un`epoca d`oro di Milano e di alcuni suoi storici palcoscenici. Un misterioso rapimento che riporta a galla un Refettorio in disarmo, una vera e propria strage che sconvolge il Teatro della Memoria, un delitto amletico tra la compagnia del Teatro dell`Elfo, un cadavere nel cortile de La Salumeria della Musica, uno scheletro nel sottotetto dello Zelig sono i temi di questa antologia.

    Gigio Alberti, Lorenzo Beccati, Elena e Michela Martignoni, Claudio Sanfilippo e Gino Vignali ci dilettano con le loro storie.

    Lettura molto scorrevole e piacevole

     

  • Il falò delle vanità, 1988 - Oscar Mondadori (2008)

    Tom Wolfe - Mondadori

    25/04/2020 di Federico Sponza

    Romanzo simbolo del rampantismo degli anni `80. Tom Wolfe è un maestro della parola e creatore del genere New Journalism, e ci fa capire ciò che si nasconde nei meccanismi dell`informazione spettacolo. Ci mostra come nasce una notizia, il cinismo con cui viene "confezionata" e portata avanti. Ci mostra come il dubbio abbia grosse difficoltà a insinuarsi nella mente, come l`odio nasce nelle strade e viene fomentato da chi invece dovrebbe difendere e assicurare giustizia.

    Tutto questo per la vanità. La vanità di chi crede di potersi permettere ogni cosa solo perché può comprare tutto, la vanità di giornalisti, degli uomini di chiesa, di avvocati, poliziotti, magistrati, politici. La vanità di ognuno di noi che giudichiamo fatti e persone basandoci sui nostri odi e sul nostro rancore. Romanzo attualissimo, soprattutto ai giorni nostri.

     

  • La versione della cameriera

    Daniel Woodrell - NNEditore

    21/04/2020 di Federico Sponza

     

     

    Questo romanzo di Daniel Woodrell è quello che si può definire un "country noir", primo capitolo della trilogia di West Table, cittadina del Missouri.

    Siamo nel 1965 e il giovane Alek, che è anche il narratore, trascorre l`estate dalla nonna Alma. Vecchia eccentrica, Alma ha passato la sua vita al servizio di molte famiglie benestanti della città e conosce molte storie. E` anche convinta di conoscere il responsabile di un evento tragico avvenuto nel 1929, l`esplosione di una sala da ballo in cui morirono quarantadue persone e molte altre furono ferite e decide di raccontare la sua versione al nipote.

    Libro di non facile lettura, quantomeno all`inizio, per i diversi salti temporali nel racconto di Alma, procedendo nella storia  diventa un affresco corale di un`intera comunità fatta di personaggi molto diversi tra loro, appartenenti al  ceto medio impoverito, oppure sono benestanti decaduti, o ubriaconi, barboni e piccoli gangster.

    Il tema, i personaggi, le frasi, lo stile via via si amalgamano per dare vita ad una lettura intensa ed emozionante.

     

     

     

  • La foresta

    Joe. R. Lansdale - Einaudi - Sile libero , 2013

    18/04/2020 di Federico Sponza

     La foresta è un Western novel, (sicuramente si può "catalogare" sommariamente così) ambientato tra Texas e Kansas nei primi del `900 in cui  Joe Lansdale esprime il meglio della propria arte narrativa.

    Il giovane texano Joe Parker perde i genitori a causa del vaiolo, decide di trasferirsi in Kansas e sulla strada gli uccidono il nonno e gli rapiscono la sorella. A questo punto si mette sulle tracce dei banditi accompagnato da una squadra di cacciatori di taglie che solo Lansdale potrebbe immaginare: un nero gigantesco che scava fosse per i morti, un nano colto e melanconico con una mira infallibile, una giovane prostituta, uno sceriffo con il corpo pieno di cicatrici e ustioni e senza un orecchio e un grossissimo maiale.

    Il romanzo vive di esplosioni di violenza intervallate da momenti di una comicità irresistibile come solo il nostro sa descrivere. Tra frequentii richiami a Mark Twain e tanta sporcizia, Lansdale affronta senza moralismi i temi della diversità e del pregiudizio.

     

  • Wilderness

    Lance Weller - Keller

    13/04/2020 di Federico Sponza

     

    Bellissimo romanzo d`esordio di Lance Weller uscito negli USA nel 2012 ed in Italia pubblicato nel 2016.

    Ambientato nel 1899 racconta la storia di Abel Truman, un vecchio soldato arruolato tra i Confederati durante la Guerra Civile americana e presente nella battaglia di Wilderness del 1865.  Romanzo durissimo dove sangue, morte, puzza, angoscia, razzismo, stupro la fanno da padroni. Pieno di pathos, con piccoli personaggi indimenticabili e con meravigliose descrizioni della natura.

     

     

  • Rabbia a Harlem

    Chester Himes - Marcos y Marcos

    10/04/2020 di Federico Sponza

     Persona dalla vita travagliata, compresa la galera, Chester Himes ha avuto più fortuna in Francia e in Inghilterra prima di essere apprezzato anche negli U.S.A.. Si può considerare uno dei padri dell`hardboiled e della cultura pulp.

    Scritto nel 1957 "Rabbia ad Harlem" è un insieme di storie piene di colpi di scena e personaggi incredibili e surreali che ruotano attorno al protagonista Jackson, che oltre ad essere nero è anche cristiano e molto ingenuo. Ma le storie dove sesso, violenza e turpiloquio la fanno da padrone sono solo una scusa per scoprire l`America nera di Harlem, quella giungla urbana dove la lotta quotidiana per la sopravvivenza è un must.

    Romanzo poliziesco ma anche romanzo sociale. Himes ci racconta questa commedia umana grottesca con uno stile quasi cinematografico. Veramente bello e interessante.

     

  • Il sole dei morenti

    Jean-Claude Izzo - edizioni e/o

    06/04/2020 di Federico Sponza

     Ho scoperto Izzo leggendo la trilogia noir su Fabio Montale (Casino totale, Chourmo, Solea, che consiglio vivamente).

    Questo è l`ultimo libro scritto dall`autore prima della sua prematura morte e pubblicato solo qualche mese prima che lui se ne andasse. Un libro duro, forte, pungente.

    Narra la Storia di un uomo che potrebbe essere uno di noi. Un uomo sfortunato, che ama la vita, la moglie il figlio, che ha un lavoro, una casa. Poi, tutto ad un tratto, la moglie lo lascia e lui perde ogni cosa finendo in strada e diventa un clochard che in un ultimo slancio vitale prova a lasciare il freddo di Parigi per raggiungere Marsiglia dove aveva scoperto l`amore.

    Izzo ha scritto un grande libro, struggente e di rara umanità. Le righe finali sono di una bellezza disarmante.

     

  • Paradise Falls. Vol. 1: Il Paradiso

    Don Robertson - Nutrimenti

    02/04/2020 di Federico Sponza

    670 pagine da leggere attentamente, molto attentamente. 670 pagine per raccontare 10 anni di storia degli Stati Uniti, intorno al 1865, appena terminata la guerra civile americana. 670 pagine dense di bene e di male, popolate da una moltitudine di personaggi che ruotano intorno ai due protagonisti principali e che raccontano lavita di una cittadina del Midwest, del suo sviluppo e del suo declino morale.

    Si parla di persone, uomini e donne, delle loro vite, dei loro sogni, degli ideali, dei loro amori, delle paure, delle passioni ma anche delle loro ambizioni.

    Un romanzo epico, scritto da un grandissimo della letteratura americana, che invoglia  a buttarsi a capofitto nelle oltre 800 pagine del secondo volume sempre edito da Nutrimenti:

    Paradise Falls. Vol. 1: L`inferno .

     

  • Il sentimento del ferro

    Giaime Alonge - Fandango Libri

    30/03/2020 di Federico Sponza

    Storia di nazisti e campi di concentramento, di ebrei e di caccia ai colpevoli sopravvissuti. Non il solito libro però, non la solita storia già letta molte volte. Prima di tutto nel modo di raccontarla; Alonge racconta due periodi diversi, alternandoli capitolo per capitolo, la storia negli anni `40 e l`attualità nel 1982. In secondo luogo la lettura affronta certamente gli orrori della nascita della “soluzione finale” e di tutte le sperimentazioni nei vari campi di concentramento facendo sì che il lettore si immedesimi con i torti ed i soprusi subiti dal popolo ebraico ma lo porta anche a fare riflessioni sul Sionismo facendo trasparire come questo abbia portato a situazioni incandescenti in Palestina. Il sentimento del ferro, quella percezione che hanno gli schermidori, che li porta ad essere un tutt`uno con la loro arma, in questo romanzo viene utilizzato per simboleggiare i sentimenti di odio, vessazione e vendetta di cui questa storia è piena.

     

  • The Free

    Willy Vlautin - Jimenez Edizioni

    26/03/2020 di Federico Sponza

     

    Vlautin è scrittore, musicista e songwriter. È stato voce principale dei Richmond Fontaine sino al 2016 ed ora è membro dei Delines. Questo è il suo primo libro che leggo (rimedierò sicuramente nel prossimo futuro andandomi a prendere tutti i precedenti).

    Libro di una bellezza disarmante. Vlautin racconta la fatica di vivere nell`America di oggi, nella solitudine dei tre protagonisti le cui storie si intrecciano tra di loro dipendendo una dall`altra. La storia di Leroy Kirvin, reduce dall`Iraq, che tenta il suicidio e resta immobilizzato ed intubato in ospedale si unisce a quella di Freddie McCall che lavora nella casa famiglia dove Leroy tenta il suicidio e che per far fronte a continue spese mediche per una delle due sue figlie ha un secondo lavoro. Freddie si trova ad andare a far visita tutti i giorni a Leroy nell`ospedale dove lavora l`infermiera Pauline che vive da sola e sente forte la responsabilità verso il padre disturbato mentalmente ed irascibile. Pauline a sua volta si interessa alla vita della giovane Jo che le ricorda se stessa da giovane.

    Vlautin racconta le loro storie incastonandole in una triste cappa di disperazione da cui sembra non esserci via d`uscita. La scrittura di Vlautin è ipnotica, da ballata, che rende questo libro un grande romanzo che scava nella coscienza infelice dell`America degli anni 2000.

     

  • Delitto metafisico

    Ernani Natarella - Il Re Corvo Edizioni

    24/03/2020 di Federico Sponza

    Ernani lo conosco da tempo, ma come musicista. Leader e bassista degli Sugar Ray Dogs mi ha affascinato con la sua musica negli anni passati. Ora lo scopro ottimo scrittore di romanzi noir. Con questo primo romanzo inaugura la serie Misteri e delitti di Acquanegra, ambientata tra le nebbie del pavese, in una cittadina immaginaria situata subito dopo il ponte di barche di Bereguardo sul Ticino e vicino a Garlasco. Con un po` di Joe R. Lansdale tra le righe, partendo da un braccio ritrovato in acque melmose, Ernani ci porta attraverso una storia torbida che ha origine nel passato e che si sviluppa tra killer di professione e decrepiti avvocati. La scrittura di Ernani è dinamica, ironica e sarcastica. La figura del commissario Sarno Mezzanotte, personaggio atipico, sicuramente ci darà molte soddisfazioni nel prosieguo della serie unitamente a quella del pensionando commissario Colandrea e a tutti gli altri personaggi.

     

  • Forze speciali

    Marco Denti - Fragile libri

    14/03/2020 di Federico Sponza

     

    Giornalista e critico musicale, Marco Denti ha collaborato con alcune tra le più importanti riviste musicali quali Il Mucchio Selvaggio e Il Buscadero. E` anche autore di saggi dedicati a musicisti, scrittori e politici. Questo è il suo primo romanzo che definirei molto intrigante.

    Dalla quarta di copertina “In una città travolta dalla guerra civile, cresce l`idea di organizzare un concerto di Bob Dylan, o di un suo alias. Le forze di occupazione cercano di impedirlo e, nel corso delle operazioni militari, Blind, un colonnello italiano che guida una brigata internazionale, crede di vedere, da diversi segnali lasciati sul terreno, la presenza di Linda, una marine con cui si è addestrato e ha combattuto a lungo. Il suo ricordo lo riporta in Afghanistan, a Baghdad, a Berlino, a Varsavia e a Dublino, mentre, tra un combattimento e l`altro nel territorio urbano, deve affrontare un rave party, la disintegrazione del duomo, la pronipote della principessa Diana, una sfilata d`alta moda, la speculazione edilizia, la burocrazia e la corruzione, e, più di tutto, i suoi dubbi e i suoi blues, che sono quelli di chi vive in un mondo pericoloso e paradossale, il nostro.” “Inseguiamo un uomo, una donna, un sogno, una storia o una canzone, ma viviamo di diversivi.”

    Con uno stile tutto suo e con qualche richiamo a Tom Clancy e ad Alan D. Altieri nella descrizione delle armi e degli scenari di guerra, Marco Denti ottiene un ottimo risultato nel suo esordio come romanziere. Consiglio la lettura ascoltando i vari pezzi musicali richiamati nel romanzo.

     

Dall'archivio Libri