Cinema

Carica altre Recensioni

Commenti Cinema

GREEN BOOK Peter Farrelly
Paolo Ronchetti



Film di rara pulizia e precisione e due attori in stato di grazia (ma da vedere con le voci originali, se no non si capisce la mostruosa bravura). Una sceneggiatura senza sbavatura e un ritmo perfetto. Cosa si vuole di più da un film? Poco o nulla. Se lo scopo del fare film è quello del racconto classico con tanto di morale splendida e appropriata questo film allora è perfetto. Se la domanda invece è: "cosa si vuole di più dal cinema" la risposta è diversa. Dal cinema desidero molto di più: qualche invenzione; qualche deviazione; qualche "Détournement". Non solo una straordinaria storia perfetta. Detto questo Green Book veramente un film bellissimo e da non perdere.
I MORTI NON MUOIONO - THE DEAD DON`T DIE Jim Jarmusch
Paolo Ronchetti



Una delle battute del secolo "Chardonnay"; Il divertimento del gatto (Jarmush) che gioca col topo(s) del luogo comune del film sui morti viventi e con il pubblico; una serie di attori e di voci uniche che sembrano fare della autocitazione straniata la loro straniante cifra stilistica. Certamente uno dei film minori di Jarmush ma comunque film leggero, divertente, autoironico e con potenti tormentoni comici che potrebbero guadagnare molto nella visione continua e compulsiva sino a farlo diventare un film, in qualche modo, di culto. Assolutamente da vedere in Versione Originale perchè non è che Waits o Iggy quando compriamo i dischi li sentiamo cantare con la voce dei loro doppiatori! Ringraziamenti finali per i Maestri Romero, Carpenter e Cronenberg.
RICORDI? Valerio Mieli
Claudio Mariani



L`ispirazione è sicuramente il Malick del "terzo periodo", dal 2010 in poi. In Italia ricorda Un Amore di Tavarelli e 10 inverni, sempre di Mieli. Un film a suo modo cupo, ma che cresce più ti allontani dalla visione
RIDE Valerio Mastandrea
Silvia Morganti



Il film porta il timbro dell`autore: il realismo si intreccia alla rappresentazione di un discorso metaforico che talvolta sorprende per efficacia e bellezza (una bomba d`acqua per nulla banale!). Il tema delle morti bianche è trattato con una eleganza sentimentale disadorna e fa i conti con l`elaborazione del dolore/lutto da parte della protagonista. Forse qualcosa non tiene.

Dall'archivio