I PADOVANI EVOLVE ALBA: LA MUSICA COME EVASIONE

I PADOVANI EVOLVE ALBA: LA MUSICA COME EVASIONE


19/03/2020 - News di alternativeMusic

 

 

In tempi un po’ difficili, con giorni sospesi, come una tenda dondolante davanti una finestra spalancata sul mondo, la musica diventa un vero orizzonte da contemplare per non smettere di sognare.

 

Una band padovana, che ha iniziato soltanto due anni fa il suo percorso, ha un nome, EVOLVE ALBA, che ben si addice alle riflessioni che scaturiscono in momenti critici come questi. Speranze di cambiamento, di una luce che cancelli  l’oscurità, di suoni discordi, e l’arrivo di un’alba radiosa, che dia calore e che innalzi nella volta celeste un sole luminoso, pronto a trasmettere onde di energia positiva. La band in questione è composta da  Nicola Lazzaro (voce, chitarra e synth), Nicola Ongania (Chitarra), Luigi Carrai (batteria) e Melissa Sgorlon al basso, e grazie alle tre diverse generazioni che la loro realtà assembla, vari e plurimi sono anche i generi su cui si strutturano le loro composizioni: rock, metal, elettronica, con un’apertura totale alle influenze più moderne, ma sempre con lo sguardo rivolto al passato e quindi all’amato classic rock; non a caso, band come Led zeppelin, Nirvana e Nine Inch Nails, sono tra le realtà musicali più ascoltate dagli EVOLVE ALBA, i quali hanno poi pensato di fondere tutto con l’elettronica, puntando a sonorità più artificiose, rivolte al futuro. Un futuro che purtroppo appare ora incerto e precario, poggiato su una terra che s,mbra disconoscere la sua vera natura e un’umanità, sempre più estranea ad essa.

Un’emergenza sanitaria che sta in queste settimane sta devastando le nostre vite, rendendole intrise di paura, di angoscia. Durante l’intervista alla band veneta,  c’è un aneddoto che ha colpito la nostra attenzione: e che, mai come ora,  sembra cogliere l’essenza di alcune riflessioni professate in questi giorni. Quando chiesi ai componenti della band, il motivo della continua necessità di evolvere, dopo alcuni riferimenti generali alla società attuale, in poche parole, ma carichi di suggestione, hanno espresso  in modo libero e spontaneo un valore che dovremmo tenere a mente :  “La musica è evasione, intento, e desiderio, oltre al semplice racconto” Soprattutto il riferimento all’evasione in tempi devastati come quelli odierni , un motivo atto  non solo ad ascoltare  la musica, ma a viverla, assaporandone ogni venatura sonora, ogni richiamo e ogni eco…anche quello più lontano, perché un canzone non unisce solo il tempo, ma anche le persone….

 

Sonia Bellin