Martin Scorsese

Drammatico, Thriller

Martin Scorsese THE DEPARTED - IL BENE E IL MALE


2006 » RECENSIONE | Drammatico, Thriller
Con Leonardo DiCaprio, Matt Damon, Jack Nicholson, Martin Sheen, Alec Baldwin, Mark Wahlberg, Vera Farmiga

di Claudio Mariani
Che boccata di ossigeno, che bello vedere questa ennesima nuova vita artistica di Scorsese, uno dei pochi (forse l’unico?) veri e grandi registi rimasti sulla piazza. Una piacevolissima sorpresa perché, nonostante le belle prove degli ultimi anni (“The Aviator” su tutte), era da tempo che mancava il grande film con il tocco alla Scorsese, un film che probabilmente segnerà il decennio, come accadde nei Settanta con “Taxi Driver”, negli Ottanta con “Toro Scatenato” e con “Quei bravi ragazzi” nel decennio successivo. Poi metteremmo “Casinò”, del 1995 come ultima grande prova con il marchio distintivo del regista americano. Questa volta il nuovo film colpisce nel segno, e per farlo adatta una pellicola di Honk Kong, “Internal affairs”, con l’ottimo lavoro alla sceneggiatura da William Monahan, riambientando la storia a Boston, location abbastanza inusuale del cinema contemporaneo, nella comunità criminosa irlandese, che sostituisce idealmente la tematica della mafia italo-americana. La storia intricata di “The Departed” (i “faithful departed” sono i cristiani morti per la comunità cristiana in America) prevede una figura centrale, quella del Boss irlandese Costello/Nicholson e il suo figlioccio Colin Sullivan/Damon che viene infiltrato nella polizia, dove invece ne esce Billy Costigan/Di Caprio per infiltrarsi a sua volta nella mafia irlandese. Ma non finisce qui, ci sono rapporti padre-figlio, c’è il peso delle origini, c’è la comunità e le etichette che ti appiccica addosso, e si finisce per non sapere per chi fare il tifo, non si capisce dove sia il bene o il male (il Boss dice che poliziotti o criminali, una volta davanti a una pistola non c’è differenza). La forza del film è quella di tenere alta, altissima la tensione per ognuno dei 149 minuti del suo svolgimento, senza che accada nulla di straordinario, ma si vive, in modo particolarmente realistico, la storia. E l’assoluto surplus sono le interpretazioni, innanzitutto quella di un Leonardo Di Caprio al top della sua carriera, una prova straordinariamente convincente, dove l’ex ragazzino prodigio ci regala una grande prova di recitazione, con il viso sempre corrucciato, sentore di grande disagio interiore del personaggio interpretato, che viene trasmesso perfettamente allo spettatore. Giganteggia, al pari suo, un Jack Nicholson finalmente degno delle sue interpretazioni risalenti a più di vent’anni fa, un cattivo atipico ma perfetto e credibilissimo. E prima di Matt Damon, bravo e coerente nel suo ruolo, e di Vera Farmiga, bellissima psichiatra contesa dai due protagonisti, vengono le interpretazioni di Martin Seen, di Mark Wahlberg e, soprattutto, di un ritrovato Alec Baldwin. E alla fine si esce dalla sala scossi dalla storia, completamente presi dalle vicende magari così lontane da noi, immedesimandosi nei personaggi, con un mucchio di dubbi e domande sulla giustizia umana e divina, e la sensazione di avere visto un capolavoro c’è, l’ennesimo di una splendida carriera che, speriamo, durerà ancora per molto.

Martin Scorsese Altri articoli

Martin Scorsese L`ultima tentazione di Cristo

1988 Storico
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese The Irishman

2019 Drammatico
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese Hugo Cabret

2011 Avventura
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese L'ETà DELL'INNOCENZA

1993 drammatico
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese SHUTTER ISLAND

2009 Thriller, Drammatico
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese AL DI Là DELLA VITA

1999 drammatico
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese NEW YORK NEW YORK

1977 Musical
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese TORO SCATENATO

1980 Drammatico, Biografico
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese RE PER UNA NOTTE

1983 commedia, drammatico
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese MEAN STREETS

1973 Drammatico
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese THE AVIATOR

2004 Drammatico
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese GANGS OF NEW YORK

2002
recensione di Claudio Mariani

Martin Scorsese TAXI DRIVER

1976 Drammatico
recensione di Marco Genzanella