Resistenza<small></small>
World

Yo Yo Mundi Resistenza

2005 - IL MANIFESTO / MESCAL

28/06/2005 di Christian Verzeletti

#Yo Yo Mundi#World

Agli Yo Yo Mundi mancava un disco dal vivo.
E, visto lo spessore e la storia che la band di Paolo Archetti Maestri si porta dietro, l’occasione doveva essere qualcosa di più di un semplice concerto: ci voleva un evento che valesse la pena documentare. Uno spettacolo che testimoniasse non solo le loro capacità, ma un preciso avvenimento e una precisa idea.
Da tempo infatti gli Yo Yo Mundi adoperano la musica come uno strumento per comunicare e per fare memoria. In questo contesto “Resistenza” è il live migliore che potessero fare: registrato al Teatro Municipale di Casale di Monferrato, è un passo fondamentale nel loro cammino, perché porta avanti quel lavoro tra musica e parola, tra canzone e teatro, tra coscienza e impegno la cui ultima tappa era stata “54”.
Cd + dvd presentano lo spettacolo “La Banda Tom e altre storie partigiane”, la cui prima si è tenuta il 15 gennaio 2005 per ricordare il 60° della Liberazione e della strage compiuta dai fascisti. Tredici erano i partigiani della Brigata Tom trucidati e tredici sono i protagonisti sul palco, con l’aggiunta di Marino e Sandro Severini (Gang), Paolo Bonfanti, Paola Tomalino, Giuseppe Cederna e Fabrizio Pagella, tutte voci consone al progetto e al percorso degli Yo Yo Mundi.
Determinantii sono la fisarmonica di Fabio Martino e la presenza dei fratelli Severini ad aumentare il tasso storico-popolare dei pezzi: vale la pena ricordare appunto “Tredici”, un inedito composto per l’occasione, cantato in duetto da Paolo e Marino, uno di quei pezzi forti che meritano di entrare nella nostra coscienza di popolo e di singoli individui.
Sul palco si alternano canzoni nuove e tradizionali, voci recitanti e immagini in un continuo confronto che vuole coinvolgere ben oltre l’ascolto: il dvd offre la visione dell’evento con qualche variazione in scaletta e aggiunge clip, interviste e testimonianze, ma soprattutto dà prova della tensione sviluppata sul palco. Parole, musiche e gesti assumono un’eco sottolineato dalla mimica dei protagonisti e dalla scenografia spartana della rappresentazione.
Oltre a Fenoglio, Primo Levi e Wu Ming, prendono vita brani di Lalli, di Leonard Cohen e degli Stormy Six. Colpiscono i rimandi all’attualità, che tolgono qualunque senso celebrativo e rinnovano il concetto di “Resistenza”: dalle amare constatazioni di “Al Golgota” (“Davvero ci meritiamo quest’epoca in cui viviamo”) alla drammatica lettera indirizzata ad una madre col figlio in guerra che è “L’ultimo testimone”, c’è un´unica voce che non si lascia tacciare dal relativismo corrente. In maniera fortemente civile vengono così fatte le dovute distinzioni tra i partigiani e Salò e allo stesso modo “Le storie di ieri” di De Gregori diventa un frecciata alla rivalutazione di Mussolini.
Anche i pezzi conclusivi sono più che delle passerelle corali: “Bella ciao” torna ad essere un inno di lotta, condiviso in modo spontaneo, mentre “Viva l’Italia” sembra voler ricordare un sentimento popolare che ci accomuna.
Alla fine è doveroso ribadire che “Resistenza” è un’uscita priva di retorica e di qualunque convenienza commerciale e patriottica: del trittico (Modena City Ramblers, Casa del Vento, Yo Yo Mundi) con cui la Mescal ha deciso di partecipare alla commemorazione del 25 aprile, questa è la tavola più autentica.

Track List

  • La nostra guerra non è mai finita|
  • Al Golgota|
  • Eurialo e Niso|
  • Non c’è nessun dopoguerra|
  • Le storie di ieri|
  • Ma l’amore si fa ripensare|
  • Brigata Partigiana Alphaville|
  • The Partisan|
  • Tredici|
  • A Stalingrado no!|
  • Stalingrado|
  • L’ultimo testimone|
  • Festa d’aprile|
  • Bella ciao|
  • Viva l’Italia

Articoli Collegati

Yo Yo Mundi

La rivoluzione del battito di ciglia

Recensione di Ambrosia J. S. Imbornone

Yo Yo Mundi

Evidenti tracce di felicità

Recensione di Marcello Matranga

Yo Yo Mundi

Intervista 06/06/2011

Recensione di Vittorio Formenti

Yo Yo Mundi

Munfrà

Recensione di Vittorio Formenti

Yo Yo Mundi

Album Rosso

Recensione di Massimo Sannella

Yo Yo Mundi

Fuoriusciti

Recensione di Massimo Sannella

Yo Yo Mundi

L’ultimo testimone

Recensione di Christian Verzeletti

Yo Yo Mundi

Live Report del 14/07/2005

Recensione di Christian Verzeletti

Recensione di Christian Verzeletti

Yo Yo Mundi

Intervista 03/09/2003

Recensione di Christian Verzeletti

Yo Yo Mundi

La libertÁ

Recensione di Christian Verzeletti

Yo Yo Mundi

Alla bellezza dei margini

Recensione di Christian Verzeletti