Vitamia<small></small>
Italiana − Canzone d`autore

Gianmaria Testa

Vitamia

2011 - Fuorivia
06/12/2011 - di
E’ un nuovo Gianmaria Testa quello che ascoltiamo in Vitamia. Non più quel cantautore vicino alle suggestioni di Conte e Fossati ma un artista-musicista che si lascia sedurre dal blues, dal funky-jazz, dalle sonorità radiofoniche e addirittura dal dub. Lui dice che è un disco ispirato alla bellezza, anche se quei giri melodici dei dischi precedenti, quei testi che riscaldano ancora a riascoltarli, non ci sono più. Forse si tratta di una bellezza diversa, più contemporanea e meno romantica, un desiderio elettrico di parlare d’amore e di libertà con altre parole e altri suoni. Gli danno una valida mano dei musicisti di tutto rispetto come il violoncellista Mario Brunello, Gianluca Petrella al trombone e un Luciano Biondini all’assalto con la sua amata fisarmonica.

Gianmaria non è mai stato né mai ha voluto essere innovativo ma ci ha sempre regalato canzoni-perle, oggetti misteriosi da conservare gelosamente, piccoli angoli di cielo accuratamente dipinti con i colori più lucenti. Adesso, invece, si presenta tagliente, spigoloso, meno convenzionale. Sottosopra è l’emblema del nuovo percorso di Gianmaria Testa, parla di un operaio e della fabbrica dove lavora. Il suono della batteria è martellante e marziale, sembra quasi un racconto di vita sociale in musica.

Intendiamoci, sono cambiate le sonorità ma la sua passione civile è rimasta tale. Se siete disposti a rinunciare a ballate come La tua voce, alla timida leggerezza dei dischi precedenti, non dovrebbero esserci grossi problemi. Diversamente, vi apparirà un oggetto ostile questo disco, è compatto, energico e fa dei giri strani prima di arrivare al cuore dell’ascoltatore.

Avrebbe dovuto chiamarsi 18000 giorni, come il lavoro che ha portato a teatro con Battiston, e forse avrebbe avuto più senso viste le assonanze con lo spettacolo. Ricorrono, infatti, i temi del lavoro e della precarietà, anche perché, rispetto agli anni passati, l’Italia è cambiata e c’è per un cantautore maggiore urgenza di raccontare le tristi sorti del nostro paese.

Track List

  • NUOVO
  • LASCIAMI ANDARE
  • LELE
  • DIMESTICHEZZE D'AMOR
  • CORDIALI SALUTI
  • 18 MILA GIORNI
  • AQUADUB
  • SOTTOSOPRA
  • 20 MILA LEGHE ( IN FONDO AL MARE )
  • DI NIENTE, META'
  • LA GIOSTRA

Gianmaria Testa Altri articoli