Ciao ragazzo<small></small>
World − World − MPB

Aa.vv.

Ciao ragazzo

2011 - Ala Bianca
26/03/2012 - di
Amilcare Rambaldi è morto nel 1995 ma è come se fosse ancora vivo perché il suo spirito aleggia sulla sua creatura, il Club Tenco, una sorta di anti-Sanremo che ha lanciato, a partire dai primi anni '70, tantissimi cantautori. Ciao ragazzo, il modo con cui salutava le persone, infatti, è prima di tutto un omaggio ad Amilcare, alla sua “roba”, citando Paolo Conte. E, a cento anni dalla sua nascita, il Club Tenco lo omaggia con questo ghiotto doppio cd su Chico Buarque che, a poco più di un anno dalla morte di Rambaldi, offrì a Sanremo un concerto indimenticabile testimoniato dal secondo cd.

Procedendo schematicamente, Ciao ragazzo, nella prima parte, raccoglie una serie di cover, tredici riletture, alcune delle quali meravigliose. Basta andare dalle parti di Giorgio Conte, che propone un'originalissima La banda passò” lavorata assieme allo standard partenopeo Dove sta Zazà, di Grazia Di Michele, con Anna di Amsterdam, di una Tosca, inaspettata e da brividi, che interpreta Facendo i conti e Tatuaggio o di Enzo Jannacci che, sul finale, delizia con Pedro Pedreiro, Construçao e Oh che sarà. Le traduzioni sono curate principalmente da Sergio Bardotti, appassionato e profondo conoscitore di MPB, ma anche da Ivano Fossati (Oh Che Sarà), Giorgio Calabrese, Sergio Sacchi e finanche Vinicio Capossela ed Enzo Jannacci.

Il doppio qui proposto è una chicca per veri appassionati ma il secondo cd è una rarità assoluta e l'ennesima dimostrazione della grandezza di Chico Buarque dal vivo. Ci sono pezzi classici, come Samba do grande amor, Vai passar o A volta do malandro ma anche autentiche sorprese come Genova per noi e la straordinaria interpretazione di Anema e core. La chiosa finale è affidata ad Ornella Vanoni e al suo omaggio rivolto a Chico Buarque nel 1981, anno in cui il Tenco premiò l'artista brasiliano che rifiutò di esibirsi per rispettare il suo autoesilio dalle scene per protestare contro la dittatura che, in quegli anni, opprimeva il suo paese. Una testimonianza importante che farà la gioia dei numerosi brasilofili presenti in Italia.

Track List

  • CD 1:
  • Samba de Orly
  • Occhi negli occhi
  • Ninna nanna
  • Anna di Amsterdam
  • La banda passò
  • Facendo i conti
  • Tatuaggio
  • La francese
  • O que serà (strumentale)
  • Samba e amore
  • Pedro Pedreiro
  • La costruzione
  • Oh che sarà/ O que serà (vocale)
  • CD 2
  • A volta do malandro
  • Samba do grande amor
  • Futuros amantes
  • Joana francesa
  • Eu te amo
  • Quem te viu, quem te ve'
  • Ela desatinou
  • Bejo de cruz
  • Estaçao derradeira
  • Genova per noi
  • Vai passar
  • Anema e core
  • Tre uomini
  • Tatuaggio