From The Vault - Marquee Club live in 1971<small></small>
Rock Internazionale − Rock

The Rolling Stones

From The Vault - Marquee Club live in 1971

2015 - Universal
28/06/2015 - di
Di nuovo gli Stones, a ridosso della scorpacciata di Sticky Fingers reeboted e senza il rispetto delle più elementari leggi del commercio discografico. A distanza di pochi giorni infatti ecco il nuovo volume dei concerti usciti dagli archivi della band inizialmente solo in via digitale e dal concerto al Forum di Los Angeles del 1975 anche nella classica accoppiata cd + dvd.

Ora è la volta di un’autentica primizia: la gig al Marquee Club di Londra del 26 marzo 1971, filmato per la televisione americana e sfruttata da Jagger & Co., come showcase per provare dal vivo Sticky Fingers, visto che cadeva giusto un mesetto prima dell’uscita del nuovo album. Otto pezzi di cui quattro autentiche primizie in quanto facenti parte della tracklist appunto del disco “della cerniera”: Dead Flowers, Bitch, I Got The Blues, Brown Sugar (anche se quest’ultima era stata già battezzata nell’infausta notte di Altamont un anno e mezzo prima).

Una meraviglia che sfiora la commozione. Una band ancora in piena urgenza di comporre un suono e di viverlo dal vivo con tutto il sangue possibile. Mai come in questo periodo Jagger e Richards sembrano un artista unico. Mick è ancora sciamano nella voce soprattutto, mentre Keith fa uscire dalle dita sporco e poesia a seconda di cosa ha bisogno il suo alter ego. Il blues continua a far parte del loro tempo non come nota da estrarre di tanto in tanto dal grande libro del repertorio, ma come aria in grado di definirne le vite. Il rock lo sporca pompando un ritmo a cui danno benzina Watts e Wyman, mentre Mick Taylor sembra già bello integrato, anche se mai raggiungerà la forza penetrativa di Brian Jones e Ron Wood.

Pezzi poi presto dimenticati nella futura decade. La perla I Got The Blues e la ballad Dead Flowers. Poco male ora. Questo documento ci restituisce il maltolto. Con l’elogio dell’imperfezione. Nelle bonus track le seconde alternative tracks sono una pezza agli errori delle prime. Jagger non aveva vergogna di farlo capire al microfono. Avevano ancora voglia di rifare i ragazzi.

Il dvd ripete le esatte tracce del cd. Con una perla finale, da tempo fruibile su YouTube ma così diventata ufficiale. La loro partecipazione al celeberrimo Top Of The Pops con l’irrefrenabile Brown Sugar. Vedere cosa stava diventando Mick Jagger in raso rosa è spettacolo puro.

 

 Corrado Ori Tanzi è anche su:


http://8thofmay.wordpress.com

 

Track List

  • CD
  • Live with Me
  • Good Flowers
  • I Got The Blues
  • Let It Rock
  • Midnight Rambler
  • (I Can’t get NO) Satisfaction
  • Bitch
  • Brown Sugar
  • Bonus Tracks: I Got The Blues (Alternative Take 1) / I Got The Blues (Alternative Take 2)/ Bitch (Alternative Take 1) / Bitch (Alternative Take 2)
  • DVD
  • Live with Me
  • Good Flowers
  • I Got The Blues
  • Let It Rock
  • Midnight Rambler
  • (I Can’t get NO) Satisfaction
  • Bitch
  • Brown Sugar
  • Bonus Tracks: I Got The Blues (Alternative Take 1) / I Got The Blues (Alternative Take 2)/ Bitch (Alternative Take 1) / Bitch (Alternative Take 2) ( Brown Sugar (from Top Of The Pops)