St. Paul` s Boulevard<small></small>
Rock Internazionale • Rock • Songwriting

Michael Mcdermott St. Paul` s Boulevard

2022 - Appaloosa / IRD

25/06/2022 di Marcello Matranga

#Michael Mcdermott#Rock Internazionale#Rock

Avevo quasi snobbato questo disco di Michael McDermott, e non so perchè, visto che da quando ha iniziato a girare nel lettore, sembra non voler lasciare il posto ad altri CD. Sarà per quella deliziosa sensazione di essere uno di queo dischi perfetti da ascoltare in automobile durante un viaggio, in casa come piacevole sottofondo, in cuffia passeggiando al parco. E questo grazie alla bellezza delle canzoni contenute in questo bel St. Paul's Boulevard edito dalla Appaloosa Records che, come d'abitudine è magistrale nel proporre prodotti curati con la consueta traduzione dei testi che aiuta a meglio entrare nelle dinamiche che hanno portato alla genesi di questo lavoro che si avvale di un gruppo di musicisti che accomopagnano McDermott di tutto rispetto.

L'album è stato prodotto da Steven Gillis, che vi compare anche come batterista. Insieme a lui, Matt Thompson (basso), Grant Tye (chitarre), Vijay Tellis-Nayak (pianoforte, organo) e Heather Lynne Horton, moglie di Michael, (violino, voce). Il suono è reso ancora più speciale dalla presenza di Will Kimbrough (chitarre, banjo, mandolino), John Deaderick (piano, organo, tastiere), Danny Mitchell (piano, tastiere) e soprattutto dalle leggendarie chitarre di David Grissom. 

Il disco in realtà non è un lavoro semplice. McDermott guarda dritto negli occhi ai fantasmi del suo tormentato passato. Si tratta di una sorta di concept album che presenta personaggi perduti e ritrovati di ogni estrazione sociale, tutti in lotta per sopravvivere lungo una strada che è una metafora della vita stessa. 

Le canzoni sono decisamente affascinanti come in Our Little Secret che suona come un trascinante pezzo folk-rock che suona come la colonna sonora di giorni inquieti e notti piene di lussuria.
Sick of This Town, con il suo ritmo di fondo folk-country, è un'ode catartica all'uscita dal quartiere che ci ingabbia.
Marlowe rende omaggio al personaggio di Phillip Marlowe di Raymond Chandler in unun rocker anthemico dell'heartland. E New Year's Day è uno di quei brani cupi che si insinua sotto la pelle e scuote i sensi. Musicalmente non si può non notare una certa somiglianta tra la struttura di un pezzo, peraltro bellissimo, come The Outher Day che richiama in maniera evidente Half Of My Heart un vecchio pezzo di John Meyer, anche si i ritmi del pezzo di Michael sono più sostenuti. In buona sostanza va però notato che l'humus compositivo di cui è intriso tutto l'album è di qualità decisamente superiore, collocando questo lavoro sulla scia del primo, e tutt'ora inarrivabile, primo album del nostro, quel 620 W.Surf che nel 1991 rivelò al mondo il talento di McDermott.

"Ognuno ha il suo St. Paul's Boulevard, il luogo dove abbiamo lasciato pezzi di cuore, di innocenza, dove abbiamo sofferto, dove abbiamo imparato a conoscere la vergogna, dove abbiamo lottato per trovare il nostro posto in questo mondo", dice McDermott. "È un luogo dove abbiamo lottato per nutrire l'amore e la luce in un mondo oscuro. È il luogo in cui alcuni di noi sono stati arrestati per sempre nel nostro sviluppo e nella nostra intelligenza sociale ed emotiva".  

Registrato tra Agosto 2021 a Febbraio di quest'anno presso i Transient Sound e i Pauper Sky Studios di Chicago,St. Peter's Boulevard è una conferma che un'artista come Michael McDermott merita tutta la nostra considerazione, grazie ad una sostanziale integrità che gli ha permesso di non scivolare verso lidi più easy, mantenendo dritta la barra sempre orientata su una qualità he ormai lo contraddistingue. Non sarà un nome altisonante dello show biz, ma per chi ama musica del genere, qui si va semore sul sicuro.



 

Track List

  • Intro Anam Cara
  • Where The Light Gets In
  • Our Little Secret
  • Sick Of This Town
  • The Arsonist
  • New Year`s Day
  • Meet Me Halfway
  • The Outer Drive
  • Marlowe
  • All That We Have Lost
  • Dead By Dawn
  • St. Paul`s Boulevard
  • Pack The Car
  • Peace Love and Brilliance
  • Paris

Articoli Collegati

Michael Mcdermott

What In The World

Recensione di Laura Bianchi

Recensione di Laura Bianchi

Michael Mcdermott

Out from Under

Recensione di Laura Bianchi

Michael Mcdermott

Live Report del 16/09/2017

Recensione di Giovanni Sottosanti

Michael Mcdermott

Intervista 05/06/2005

Recensione di Christian Verzeletti