MK30 - Best & beautiful  - Covers & Rarities<small></small>
Italiana − Alternative − noise

Marlene Kuntz

MK30 - Best & beautiful - Covers & Rarities

2019 - Ala Bianca Records. distribuzione Warner Music e Fuga Digital
04/07/2019 - di
“Melius est abundare quam deficere” sembra essere il motto della release che celebra i trent’anni dei Marlene Kuntz. Trent’anni coerenti e intensi, di cambiamenti senza un passo falso e sempre eleganti, che vengono celebrati da  MK30, composta dal cofanetto impreziosito dalla presentazione di Diego De Silva (triplo CD) Best & Beautiful e dal doppio vinile Covers & Rarities. Quindi non si può affatto dire che questo best of sia una raccolta arraffazzonata spilla soldi incapace di regalare nuove perle nascoste agli aficionados.

Parlare dei Marlene Kuntz come di un fecondo incontro tra Nick Cave (anche per l’emaciata figura di Cristiano Godano) e i Sonic Youth rivela molto della band ma non le rende appieno giustizia.

Perché, al di là del background di partenza, il gruppo di ha regalato molto di più. Alzi la mano chi non è sprofondato nelle proprie paturnie (adolescenziali e non) in Nuotando nell’aria (1994), come Alex tra le braccia di Adelaide detta Aidi, su quelle note eternate appunto dalle scene finali del film Jack Frusciante è uscito dal gruppo (1996, film forse ingenuo ma in qualche modo di formazione, e con una colonna sonora su cui bisognerebbe scrivere un saggio).

Perché Sonica è stata una granata nella scena musicale italiano, capace di connettere Cuneo, la città di partenza dei nostri, con New York senza scimmiottare i già citati Sonic Youth, e il disagio di Orso soffocato dai suoni meravigliosamente distorti in fondo lo abbiamo provato.

Perché vorremmo che con La lira di Narciso qualcuno di regalasse “un lampo di infinità” (Infinità). Perché ci siamo stati tutti, e a volte siamo costretti a ripassarci, tra “le miserie degli uomini” (Abbracciami) o di fronte a Paranoia, la “concubina cocciuta” (L’Odio migliore).

Perchè la sanremese Canzone per un figlio venata di fiati jazz ti fa a vedere la morbidezza che coesiste con gli spigoli noise. Perché non è da tutti scrivere realizzare un disco, Beautiful, con Gianni Maroccolo e Howie B, e tirare fuori in scioltezza gli oltre quattordici minuti di Flowers.

Perché lanciare come singolo una cover inedita di una pietra miliare come Karma Police, ipnotica fra l’altro, e rendere sonica Impressioni di Settembre richiede fegato.

Perché Hanno crocifisso Giovanni ha un ritmo avvolgente e un testo che nelle sue immagini crude commuove l’anima.

Ascoltatevelo tutto MK30, per trovare i vostri perché e capire perché i Marlene Kuntz  dopo trent’anni abbiano ancora qualcosa da dire.

 

 

Track List

  • BEST & BEAUTIFUL (Cofanetto triplo CD)
  • Best Vol.1
  • Festa mesta
  • Sonica
  • Nuotando nell’aria
  • Lieve
  • Retrattile
  • Ape regina
  • L’esangue Deborah
  • L’odio migliore
  • Infinità
  • Ineluttabile
  • Canzone di oggi
  • La canzone che scrivo per te
  • Serrande alzate
  • Notte
  • Ci siamo amati
  • Schiele, lei, me
  • Best Vol. 2
  • Bellezza
  • Poeti
  • La lira di Narciso
  • Abbracciami
  • Musa
  • uno
  • Io e me
  • Paolo anima salva
  • L’artista
  • Canzone per un figlio
  • Il genio (l’importanza di essere Oscar Wilde)
  • Osja amore mio
  • Nella tua luce
  • Narrazione
  • Lunga attesa
  • Fecondità
  • Beautiful, Vol. 3
  • Pow pow pow
  • Tarantino
  • In your eyes
  • Single too
  • Fatiche
  • White rabbit
  • Suzuki
  • What’s my name
  • Giorgio
  • Gorilla
  • Flowers
  • I can play and I don’t want to
  • COVERS & RARITIES (Doppio vinile)
  • Covers, Vol. 1
  • LATO A
  • Karma police
  • Impressioni di settembre
  • Monnalisa
  • Alle prese con una verde milonga
  • LATO B
  • Bella ciao
  • La Libertà
  • Non gioco più
  • Siberia
  • White rabbit
  • Rarities, Vol. 2
  • LATO A
  • A fior di pelle
  • Hanno crocifisso Giovanni
  • Aurora
  • Cometa
  • LATO B
  • Sotto la luna
  • Il pregiudizio
  • Canzone in prigione
  • Pensa

Marlene Kuntz Altri articoli