Little World<small></small>
Emergenti − Pop

Ila & The Happy Trees

Little World

2011 - Tube Jam Records
13/05/2011 - di
Ironia , leggiadria, spensieratezza, sono elementi caratterizzanti il nuovo progetto di Ila

Aleggiano sulla realtà le 14 tracce del secondo album della cantautrice genovese , che con disinvoltura ci apre le porte al suo Little world, uscito lo scorso 11 marzo. Abbandona le linee rock dei precedenti lavori, si addolcisce e si ammorbidisce. Rivendica il carattere quasi “bucolico” delle sue composizioni e si affianca  a tre Happy Trees, Teo Marchese(batteria), Lorenzo Fugazza(chitarra acustica) e Paolo Legramandi (basso). Quest’album rammenta a tratti la “Poetica del fanciullino” che fu di Pascoli: come il poeta, cerca nella quotidianità lo slancio per scorgere oltre la realtà il senso della vita,
e per cogliere in essa la sorpresa del sentirsi vivi; così sensazioni indescrivibili si susseguono nel brano I can feel it, che nel sound ricorda Kiss me dei Sixpence None the Richer.    

Nell’album due tracce complementari e contrapposte, l’amore per l’altro in Another day, misto alla voglia di viversi, e il bisogno di solitudine per star bene con sé stessi nel brano I’ll close the door.                                      
Ila canta in inglese, e si destreggia con maestria, ma nell’album sono presenti anche brani in italiano, come ad esempio la filastrocca nata da un sogno La vigilia di Natale, Lentamente pezzo preminentemente jazz e Adesso piove, che narra di un amore interrotto, in cui un acquazzone estivo ne fa da cornice, accompagnato dal suo effetto purificante.
La brillante Field of the light narra di sogni ad occhi aperti e di voglia d’evasione; in Tomorrow invece  Ila guarda in faccia la realtà, e ripone nel futuro la speranza di un cambiamento. Tutti i brani sono aperti  da una chitarra acustica: Breathe again riconduce alle sonorità del duo norvegese dei Kings of Convenience.  
Ila  and the happy Trees partono per un viaggio, surreale, e stracolmo di ironia. Mettono in valigia sogni e strumenti musicali, che allieteranno il viaggio; il banjo e l’ukulele danno un tocco di fiabesco all’intero disco, e particolarmente al brano I’ll got to go again. 

La voce di Ilaria Scattina risuona come un carezza per l’anima, leggera si libera tra sonorità pure, mai stancanti e sempre nuove. Un invito ad abbandonarsi ai sensi, sentire i profumi della natura, la  purezza di un gesto materno,  cogliere i colori del mondo e l’essenzialità delle forme armoniche.

Track List

  • TOMORROW
  • ANOTHER DAY
  • LA VIGILIA DI NATALE
  • I CAN FEEL IT
  • LENTAMENTE
  • L´OROLOGIO D´ORO
  • MY BUTTERFLY
  • FIELD OF LIGHT
  • I´LL CLOSE THE DOOR
  • CLOUDS IN THE EYES
  • I´VE GOT TO AGAIN
  • BREATHE AGAIN
  • A NEW WORLD
  • ADESSO PIOVE

Ila & The Happy Trees Altri articoli