Questi anni. Dieci brani inediti di Gianni Siviero<small></small>
Italiana • Canzone d`autore • alternative

Olden Questi anni. Dieci brani inediti di Gianni Siviero

2022 - Squilibri

14/07/2022 di Barbara Bottoli

#Olden#Italiana#Canzone d`autore

Un paio di anni fa in occasione della realizzazione del disco tributo Io credevo. Le canzoni di Gianni Siviero lo stesso cantautore incontra Olden che aveva partecipato all’album col brano Che bella luna; sembra che Olden sia rimasto colpito dal repertorio di Siviero al punto di andare a ricercare i brani inediti della produzione del cantautore piemontese, scegliendoli alternando le tematiche, dall’impegno sociale a quelle più introspettive, per fornire un’immagine completa di Siviero: nasce Questi anni. Dieci brani inediti di Gianni Siviero, uscito per Squilibri. Olden è uno di quegli artisti che riescono a riversare tutto nei propri album, e la collaborazione con Flavio Ferri alla produzione e direzione artistica è una certezza, ma in ogni lavoro si superano, ponendo i loro progetti nella categoria del senza tempo, perché ad ogni ascolto un particolare viene scoperto confermando che il genere cantautorale esiste ancora e ha tanto da comunicare. Stavolta la scelta di interpretare i brani di Gianni Siviero sembrava un cambio di rotta per l’artista umbro, invece Questi anni è il continuum temporale sociale e della produzione di Olden che conferma la propria comunicazione tra denuncia e intimità, capace di comunicarle, ed a farle, anche, restare.

    Gianni Siviero, definito come carismatico, pungente, deciso e spigoloso con le canzoni che entravano lucidamente nelle disuguaglianze sociali, si raccontava come “ un anarco-comunista, da sempre, incompatibile con il sistema in tutti i suoi aspetti, quindi anche incompatibile con le situazioni che devono per forza essere accomodanti per sopravvivere”. Conosciuto ai più alle Targhe Tenco degli anni '70, viste le dichiarazioni che raccontano la propria scrittura e visione, viene dimenticato anche dalla stessa rassegna, ma Olden riesce a riportarlo tra i nomi citati.

Siviero dimostra quanto lucida sia la sua analisi, quanto immediate siano le sue parole e come la sua partecipazione all’interpretazione di Olden sia necessaria per mostrare che esiste ancora chi ha il coraggio di non essere polemico solo a parole, ma con la responsabilità di ciò che espone. La scelta musicale è ricreare l’atmosfera dei gruppi rock anni Settanta con qualche incursione elettronica, lasciando quello spazio libero di espressione tanto metaforico, quanto necessario, libero dalle regole e impattante al punto di non riuscirsi ad interrompere l’ascolto dell’album.

Le voci di Claudia Crabuzza, Rusò Sala, Sighanda e Wayne Scott sono passione, sono collaborazione, intensità e soprattutto le interpretazioni femminili hanno una potenza incredibile, capaci di rivoltare ancora una volta un lavoro immenso. Si possono esprimere i mali del tempo con la poesia, si può osservare la società e cantarla, si possono evidenziare le disuguaglianze, riportando la volontà di eliminarle; l’interpretazione di Olden è suprema e si deve essere credibili per poter essere portavoci di messaggi come quelli contenuti in Italiani veri, Non vogliamo capire, ma soprattutto ci si deve legare al pensiero per entrare nell’empatia di un brano come Dimmi Giorgio, brano dedicato a Giorgio Lo Cascio, facendo sognare quei meravigliosi anni Settanta tra ricordi, consapevolezza e questo dialogo ultraterreno commuove.

   Questi anni. Dieci brani inediti di Gianni Siviero è senza tempo e si candida a diventare uno degli album che resteranno, sicuramente, nella vita di chi lo incrocerà.

Track List

  • Non vogliamo capire
  • I piccoli regali
  • Troppe cose
  • Questi anni
  • Italiani veri
  • Mille e non piu` mille
  • Sera di luglio
  • In cerca di un ragionamento
  • Dimmi Giorgio
  • Che bella luna

Articoli Collegati

Olden

Cuore nero

Recensione di Barbara Bottoli

Olden

Special 09/05/2021

Recensione di Ambrosia J. S. Imbornone

Olden

Prima che sia tardi

Recensione di Barbara Bottoli

Olden

Special 16/01/2020

Recensione di Giuseppe Verrini

Olden

Ci hanno fregato tutto

Recensione di Giuseppe Verrini