Lorem ipsum<small></small>
Italiana − Canzone d`autore

Lucio Leoni

Lorem ipsum

2016 - Lapidarie Incisioni
30/04/2016 - di
Il lorem ipsum è roba per grafici, tipografi, smanettatori di computer. Ne fanno uso per tirare giù bozze di ogni genere, per verificare quanto spazio può occupare un titolo, una didascalia all’interno di un articolo ogni qualvolta si tratta di stampare un giornale o preparare una pagina web. In fondo, è solo un intreccio di termini (latini) in libertà. A meno di non fornirgli un significato metaforico. Per Lucio Leoni la questione è chiara: lorem ipsum è entropia, è disordine, caos.

Lorem ipsum è anche il titolo della seconda fatica discografica di Lucio Leoni. Un’entrata a gamba tesa, disordinata, caotica. Tutto torna, a quanto pare. Un’occasione che il musicista romano sfrutta per mettersi in gioco sino in fondo. Come attore e come cantautore. L’amore per la recitazione è evidente e passa attraverso brani raccontati più che cantati. Ma la musica non ricopre certo un ruolo di secondo piano. A dimostrarlo ecco le chitarre à la Robert Fripp in quota Heroes, le leggerezze assortite ma anche le cupezze improvvise, gli stornelli esibiti come medaglie.

Sì, c’è confusione tra quelle nove canzoni, ma anche parecchio talento. Che si coglie a piene mani tra racconti surreali come Luna, all’interno delle zaffate malinconiche di Na bucia, nelle sofferenze generazionali di A me mi, a margine del sottile anticlericalismo di Primo giorno di scuola. Ironia ma anche tanta vita, all’ombra di una Roma da amare a tutti i costi, al netto delle sue numerose contraddizioni. Una città descritta, forse, con un pizzico di comprensibile ingenuità ma sulla scorta di una forza evocativa e di un istinto che non possono lasciare indifferenti.

Bravo e divertente quando si lascia trasportare dal torrente della sua imprevedibilità, Leoni è meno efficace, diciamo un po’ più scontato, quando lancia le sue velleità tra le braccia della scuola cantautorale tricolore. Ma parliamo pur sempre  di un disco che lascia un buon sapore in bocca.

Track List

  • Luna
  • A me mi
  • Domenica
  • Tavolino
  • Fuori da qui
  • Prima campanella
  • Guardami
  • Na bucia
  • Amami

Lucio Leoni Altri articoli