Battaglione alleato. Musiche e canzoni per una storia della resistenza<small></small>
World − Etnica − combat-folk

Modena City Ramblers

Battaglione alleato. Musiche e canzoni per una storia della resistenza

2012 - Mescal/Universal
24/11/2012 - di
I Modena City Ramblers sono stati sempre molto sensibili alle tematiche civili, e tutti i loro dischi hanno sempre trasudato impegno e sete di libertà, partendo dall’Italia e passando per l’Irlanda (Riportando tutto a casa , 1994) e l’America Latina con il suo realismo magico ( Terra e libertà 1997). Appunti partigiani (2005), ultimo lavoro a cui partecipò la storica voce Cisco, già era interamente dedicato alla Resistenza. Ma i nostri devono aver pensato che repetita iuvant, soprattutto in un paese dalla memoria corta come l’Italia, ed ecco arrivare Battaglione Alleato, doppio cd ambizioso negli intenti, ricco nei contenuti e nel packaging.

Il disco rende omaggio all’omonimo battaglione che raccolse soldati inglesi, canadesi, indiani e di ogni nazionalità contro la ferocia nazista. E alla popolazione emiliana, che si fece parte attiva nel processo di Liberazione e che per questo pagò un prezzo altissimo ( Marzabotto grida ancora vendetta).

Eterogeneo fu il valoroso battaglione ed altrettanto variegata è questa brigata musicale che i Modena City Ramblers mettono insieme per questo omaggio: i Popinga, i Mutina Golem, i FryDa, gli Yonders, Rossopiceno, Nuju, Elisabeth, LoGiCi Zen, Ned Ludd, Jason McNiff, Daniele Contardo, Milo Brugnara, LionD.

Nonostante le lodevoli intenzioni però il risultato musicale ha esiti discontinui. Sulla lunga durata (quale è quella del doppio album) tanta abbondanza disorienta, svolazzare tra combat folk, rock e reggae lascia confusi e non fa assaporare appieno il valore, anche storico ( Non era un animale riporta le parole di Gino Beer), dell’intera operazione. Manca l’unitarietà e la coesione di lavori come quelli di Giovanna Marini, perchè episodi come This Time con Lion D sembrano forzati ed avulsi dal contesto.

Nell’imponente crogiuolo di suoni i risultati migliori si hanno quando i musicisti si appropriano della magia degli archi e degli altri strumenti per portarci davvero in quegli anni appassionati e durissimi e non solo per parlarcene.

Avevamo vent'anni già dalle prime note porta ad atmosfere cupe ed eroiche.

Ofelia Neri, dopo un attacco quasi cosacco, è quasi una sceneggiatura in musica della vita della staffetta partigiana

Gordon, Glauco è fresca speranza di un futuro libero, e la musica riporta davvero a quell’entusiasmo.

E se si volasse sempre su questi livelli anche lirici...

Battaglione Alleato merita comunque di essere ascoltato, per prenderne le parti migliori ed aver comunque uno spunto di riflessione. Scrivono infatti i Modena Ciry Ramblers nel booklet:

“ Una semplice canzone non porterà mai a nessuna rivoluzione, questo è certo. Ma quando spinge chi l’ascolta a maturare un proprio percorso di crescita, questa è una grande conquista”.

E allora cresciamo!

Track List

  • Bruno Cappagli, Modena City Ramblers – Introduzione –
  • Modena City Ramblers – Avevamo vent'anni (Canto del volontario della libertà)
  • Modena City Ramblers – Al Pivarol C'al Vin Dal Ciel (The Brave Scottish Piper)
  • Rossopiceno – C'era
  • Nuju – Bastardi e pezzenti
  • Lion D – This Time
  • Luca Serio Bertolini & The Yonders – Molto stanco
  • Dudu & I semi del male – Modena
  • LoGiCi Zen – Ofelia Neri staffetta partigiana
  • Elisabeth – Libertà e Foresta –
  • Luca Giovanardi – Non era un animale
  • Mutina Golem, Tripoti, D’Aniello, Gaetani, Ghiacci, Moneti, Zeno – Gino
  • Leonardo Sgavetti – Notturno prima della battaglia
  • CD2
  • Popinga – Partigiano Hans
  • Ned Ludd – 27 marzo (set)
  • Jason McNiff – Tombola
  • Modena City Ramblers – Gordon, Glauco
  • Ned Ludd – 22 ore
  • Massimo “Ice” Ghiacci – L'amore altrove
  • Modena City Ramblers – Gufo nero
  • Massimo “Ice” Ghiacci, Davide Morandi, CarloEnrico Pinna – Noris, Imelde
  • Luca Serio Bertolini, Massimo “Ice” Ghiacci – Cinque tedeschi ad Albinea
  • Elisabeth –La libertà è disobbedienza (feat. Modena City Ramblers)
  • FryDa – Nozze partigiane
  • Milo Brugnara – Testamento partigiano
  • Modena City Ramblers – Avevamo vent'anni (al fuoco di bivacco)

Modena City Ramblers Altri articoli