Brave ragazze<small></small>
Italiana • Canzone d`autore

Flo Brave ragazze

2022 - SoundFly

23/01/2022 di Laura Bianchi

#Flo#Italiana#Canzone d`autore

Conoscete il racconto Le donne muoiono di Anna Banti? Ambientato in un futuro distopico, narra della resistenza del genere femminile, che, condannato a vivere una sola vita senza altra memoria, si dedica a viverla intensamente, dedicandosi all'arte e alla bellezza.

È comunque un dato di fatto che, anche nella storia, molte donne eccezionali, brave nel senso spagnolo del termine, ossia coraggiose, eroiche, potenti, non abbiano però avuto una degna memoria, pur vivendo in modo totale e coerente la propria esistenza. A questa ingiustizia storica ha rimediato Brave ragazze, il nuovo album della cantautrice partenopea Floriana Cangiano, in arte Flo, che propone dieci brani, di cui sei sono rielaborazioni o traduzioni in lingua italiana di canzoni altrui, italiane e latine, e quattro originali.

Il percorso che suggerisce Flo è coinvolgente, compatto, un vero concept album, da distillare con ripetuti ascolti, per estrarne tutto il significato, che emerge non solo dai testi, che siano magistralmente tradotti dalla stessa cantautrice oppure originali, ma anche dalle trame sonore, curate in ogni dettaglio, in modo che anche la musica e gli arrangiamenti travolgano l'ascoltatore in molteplici suggestioni.

Ascoltiamo così le storie brave, ossia coraggiose, di Leda Valladares, cantante argentina che, in tempi difficilissimi, girò per il Tucuman per registrare canti dei “descamisados” e fermarli nella memoria collettiva, lei che morì devastata dall'Alzheimer (Milonga con sauces); la Connola senza mamma di Gilda Mignonette, quasi sconosciuta a Napoli, ma celeberrima fra gli emigranti in America; Gabriella Ferri, iconica artista ancora all'avanguardia, che viene reinterpretata con tutta la sua verve ironica in Me voi pe'te, autentico inno all'indipendenza sentimentale femminile.

Non è possibile scegliere la migliore, fra le dieci tracce; ognuna possiede una luce speciale, un guizzo creativo, un pulsare emotivo che catturano. E questi si avvertono non solo in quelle che portano la firma di grandi autrici come Violeta Parra (un'incalzante Maldigo del alto cielo) o la cubana La Lupe, la cui Gran Tirana viene resa con sensualità jazzistica, o sono un patrimonio tradizionale popolare (delizioso l'intreccio di corde nella salentina Ferma zitella). Luminosi sono anche i brani scritti da Flo, dall'ossessivo, tarantolato Malemaritate, alla dolcissima ninnananna di una madre adottiva in Furtunata, dal sapore orientale, alla struggente serenata di Maddalena, con la collaborazione di Paolo Angeli, che narra la storia vera di una prostituta transgender messicana, alla chicca napoletana verace Boccamara, con il pregevole cameo di Peppe Servillo.

A chi, come a me, è capitata la fortuna di assistere al concerto imperniato su questo progetto, non resta altro che consigliare a chiunque di compiere la stessa esperienza, per la qualità dei tre musicisti (oltre a Flo, il poliedrico percussionista e direttore artistico Michele Maione e il talentuoso chitarrista Cristiano Califano) e per il carisma coinvolgente e la duttile vocalità di un'autentica interprete destinata a un futuro brillante.

Queste le prossime date:
29 gennaio, Napoli - Macadam
4 febbraio, Modena - La Tenda
18 febbraio, Roma - Auditorium Parco della Musica

Track List

  • Boccamara
  • Furtunata
  • Gran Tirana
  • Maddalena
  • Maldigo del alto cielo
  • Milonga con sauces
  • Ferma Zitella
  • Me voi pe` te
  • Connola senza mamma
  • Malemaritate

Articoli Collegati

Flo

31Salvitutti

Recensione di Laura Bianchi

Flo

Il mese del rosario

Recensione di Laura Bianchi