Al blu mi muovo<small></small>
Italiana • Canzone d`autore • songwriter

Fabio Cinti Al blu mi muovo

2020 - Private Stanze

21/04/2020 di Barbara Bottoli

#Fabio Cinti#Italiana#Canzone d`autore

Le parole scorrono nella musica, entrando nelle vene, permettendo al cuore di pulsare ad un nuovo ritmo, un ritmo serenamente tortuoso che inonda e poi si allontana, restando come una bolla di eco, capace di distorcere la realtà; il nuovo album di Fabio Cinti è un dono prezioso che ci giunge in questo strano periodo e se, speriamo, sarà vero che, ne usciremo cambiati Al blu mi muovo pone le basi per questa meditazione interiore che, dovrebbe, tendere ad un miglioramento. La prima traccia Tra gli alberi combatto è una visione che sintetizza ciò che si ascolta, e che assume un significato sempre maggiore, una riscoperta della lentezza e, anche, della scelta, ed ora tutto sembra prendere più forma col tempo, nella frase “ho visto nelle facce dei vecchi / l'amore d'acciaio / dissolto e custodito / nella casa del tempo /come un incanto” si entra nel profondo di come non diventare giovani, in una visione che si discosta completamente dalla contemporaneità. Cinti è come se ci aprisse gli occhi verso una dimensione di vita migliore, regalandoci una lettera in cui si racconta e spiega la necessità di questo album che nasce dal “non cercare luce per emergere in superficie”, anzi, ora, la memoria e la grazia diventano le basi per una ricerca che si accosta alla Natura come termine vitale di ispirazione.

   Alla perplessità riguardante la necessità di questo progetto del cantautore si può affermare che nulla potrebbe apparire più adatto ora, in un mondo fermo che dovrebbe cercare nuove risorse interiori Al blu mi muovo è un segno del destino che dovrebbe segnare la via da tenere stretta e dalla quale trarre insegnamento, anche se Cinti assolutamente non si pone come maestro di vita e depositario delle verità, anzi la sua totale messa in discussione e ricerca è la vera empatia che dovrebbe fermare tutto, concedendosi di ascoltare queste tracce veramente, per ripartire. Le otto tracce sono state anticipate dal brano Giorni tutti uguali che si conclude con la richiesta di un abbraccio, un gesto semplice, spesso sottovalutato, ma che racchiude in sé tenerezza, sostegno, bisogno, accudimento e che mai come adesso sembra un ricordo, ma Cinti riempie la sua scrittura di semplicità, di parole cariche di sensazioni emotive che si percepiscono durante l’ascolto e le scelte musicali rendono ogni istante intriso di poesia, quella dell’anima di Cinti che si unisce a quella di chi ascolta.

   Al blu mi muovo regala momenti di libertà, permette alla mente di fantasticare, respirare, privilegiando il vivere rispetto al condividere, il sociale al social, scorgendo un immensamente grande in un immensamente piccolo, in un infinito malinconico che si espande fino alla bellezza, tra le parole giuste che diventando uno sguardo sempre più sincero. In questo album c’è tutto, e in questo momento diventa speranza, monito: Cinti regala una vita da prendere, osservare, contemplare, amare, dalla quale imparare, senza la presunzione di insegnare, anzi ... intanto ... “passami gli occhiali e abbracciami”

Track List

  • Tra gli alberi combatto
  • Giorni tutti uguali
  • Da lontano
  • Che cosa succede?
  • Amore occasionale
  • La sventurata rispose
  • Vieni con me
  • Il grande balzo in avanti

Articoli Collegati

Fabio Cinti

Intervista 30/11/2013

Recensione di Annalisa Pruiti Ciarello

Fabio Cinti

Madame Ugo

Recensione di Annalisa Pruiti Ciarello

Fabio Cinti

Il minuto secondo

Recensione di Annalisa Pruiti Ciarello

Fabio Cinti

L´esempio delle mele

Recensione di Alexandra Lagorio