Carne carne carne carne<small></small>
Italiana − Alternative − Indie-pop, electro-pop

Piet Mondrian

Carne carne carne carne

2011 - Urtovox/Supermota
12/08/2011 - di
 

Sono tornati in qualità di surreali, provocatori predicatori-esploratori iper-laici del regno della Carne, che “ci mangia, invece di farsi mangiare” come quella quasi volgarmente esposta/insaccata e comicamente impudica della copertina: Michele Baldini e Caterina Polidori, alias Piet Mondrian, cominciano il loro viaggio nei vizi capitali dell’uomo con un EP dominato, sia nella musica, sia nel linguaggio, dalla cifra di un’eleganza anfibia (ed eclettica, come il camaleontico percorso dal naturalismo allo “scandaloso” non rappresentivismo geometrico del pittore olandese da cui prendono il nome).

L’ elettronica minimale e ben “addomesticata” del duo di San Miniato infatti, nei due nuovi brani più integrati nel progetto dantesco che condurrà a fine ottobre all’uscita dell’album Purgatorio (ossia title-track e Accidia) è al contempo disegno raffinato ed etereo e ritmo ballabile, electro-pop sperimentale ma anche disco-music con suoni da videogame e riff pulsanti di chitarre. I testi a loro volta aderiscono mimeticamente alle formule di un reale concreto e ben poco ideale, che segue “la guida indefinita della carne”, e insieme vi si distaccano con sottile ironia irriverente.

Il culmine di questo atteggiamento è nella semiseria proposta di infedeltà programmata atta ad “alzare la busta a fine mese” di Vortici di luce, sinuoso, ossessivo brano voce e groove di basso e bass drum, chiuso da una straniata citazione di Vattene amore ad espellere ogni romanticismo. Nell’altro inedito già rodato live, Bella scoperta, epifania prevista di un cosmo “brutto, sporco e cattivo” governato dalle “carte verdi”, il gioco delle voci si fa baustelliano ed è in bella evidenza un ritmo in cui le distorsioni rock si tingono di blues. In Accidia, con l’inserto della voce di Eva Bianca Dal Canto, selezionata con un annuncio online) una disco sfrontata infine descrive il circolo vizioso delle insoddisfazioni lavorative e relazionali e delle indecisioni di una volontà teoricamente definita, ma imbelle e debole nell’azione.

Non ci resta che attendere che i nostri novelli Virgilio ancipiti, nella duplicità delle loro voci, che mettono a contrasto profondità e impeti diversi,  completino il loro viaggio, a passo di balli apocalittici, per gli altri gironi della Commedia nel loro secondo long-length, sempre per Urtovox.

Track List

  • Carne Carne Carne Carne
  • Accidia
  • Bella scoperta
  • Vortici di luce

Piet Mondrian Altri articoli