Amour Colere / Les Chutes<small></small>
Rock Internazionale • Alternative • Songwriting

Nicolas Michaux Amour Colere / Les Chutes

2021 - Capitane Records

29/11/2021 di Marcello Matranga

#Nicolas Michaux#Rock Internazionale#Alternative ##Capitane Records

Avendo frequentato molto il Belgio negli ultimi venti e passa anni, ho avuto modo di apprezzarne diversi aspetti, inclusa una vivace scena musicale che propone uno scenario piuttosto ampio. Non è questa la sede per una disamina il più possibile esaustiva di quanto offre questa nazione, ma sono una serie di artisti che, a vario titolo, hanno una valenza tale che meriterebbe di farli conoscere al di fuori dei confini patri. Nicolas Michaux è uno di questi. Michaux è un musicista che potremmo catalogare come songwriter, anche se la definizione gli sta stretta e vedremo a breve il perchè di tale affermazione. Parte integrante del collettivo musicale formato da atisti di base a Bruxelles che sono poi il fondamento della label che edita i dischi, ovvero la Capitane Records, che annovera tra le sue fila gruppi come glii Under The Reefs Orchestra (Post jazz , Post Rock, Experimental), l'interessante Turner Cody, uno che ha come riferimenti gente quele Bob Dylan, Leonard Cohen, Townes Van Zandt, Lou Reed, and Hank Williams. Ci sono poi le sonorità moderne con vaghe reminiscenze che rimandano a gruppi quali Tame Impala, Parcels o ai Metronomy dei Great Mountain Fire. Chiude il lotto Michaux del quale andiamo adesso a raccontarvi.

Due dischi, Amour ColeÌ€re e Les Chutes, pubblicati in contemporanea lo scorso 19 Novembre, che seguono il debutto di ormai cinqueanni fa, AÌ€ la vie, aÌ€ la mort, che il nostro ha portato sui palchi europei, condividendo anche lo stage con Tony Allen (no, non il Tony Allen batterista per Fela Kuti) e Damon Albarm (Blur, Gorillaz etc.). Amour ColeÌ€re ha i crismi del racconto personale che si sviluppa nelle dieci canzoni che compongono il lavoro, dove vita privata e la natura sono il perno centrale su cui poggia l'album. A fare da contraltare la contrapposizione all'invadenza fin troppo accentuata della tecnologia, benedetta per molti versì ma ormai affermatasi nella vita di molti arrivando a prendere il sopravvento, diventando quasi ossessione. All'interno delle riflessioni che inducono Nicolas a scrivere questo disco c'è l'ispirazione tratta da idee del sociologo francese Bernard Friot, economista del lavoro, professore emerito di sociologia all’Università Paris Nanterre e autore di un volume che ha avuta una certa rilevanza come Emancipare il lavoro.

Ma c'è anche la scrittrice Marguerite Yourcenar, o i rimandi aii poemi d’amore di Pablo Neruda. Seppur il disco sia pervaso da una patina di nostalgia, trovano spazio anche brani che vogliono esprimere il proprio apprezzamento per una vita semplice come quella trascorsa a Samsø, isola danese dove il nostro vive con la sua famiglia,.Musicalmente l'album spazia da atmosfere che rimandano a certa new wave che sfuma talvolta in suoni più cantautorali. 

Les Chutes, eÌ€ invece composto da registrazioni fatte a cavallo tra il 2017 e il 2021, con cinque brani inediti e versioni alterative di altri cinque brani giaÌ€ contenuti in Amour ColeÌ€re. Tra questi spiccano Harvesters e Nos Retrouvailles in una versione acustica, mentre la title track, Parrot ed Enemies sono  live, conMichaux affiancato dai The Soldiers of Love presso gli studi di Capitane Records.
 
Un'artista interessante, due lavori che si lasciano ascoltare volentieri, aprendo una finestra su una realtà piacevole e ricca di spunti validi. 
 
 

Track List

  • Amour Colere CD
  • Harvesters

  • Nouveau

  • Enemies

  • Parrot

  • Amour Col&egrave;re

  • Une Seconde Chance

  • Factory Town

  • Cancer

  • Nos Retrouvailles

  • Every Word
  • Led Choutes CD
  • Amusement Park
  • Weary Sailors
  • Harvesters - Alternate version
  • Nos Retrouvailles - Alternate version
  • Inauguration
  • Amour Col&egrave;re - Live at The Free House
  • Parrot - Live at The Free House
  • Enemies - Live at The Free House
  • De La Fortune
  • Choming Out