Gray Wolf<small></small>
Rock Internazionale − Rock

Frank Get

Gray Wolf

2017 - IRD
25/02/2018 - di
Ho conosciuto Frank Get qualche anno fa in un caldissimo pomeriggio domenicale del Buscadero Day. Tra la miriade di musicisti che si alternavano tra i diversi palchi, ho avuto il piacere di assistere all`esibizione della sua rocciosa band, restando ben impressionato. Non avevo idea della lunga storia che aveva alle spalle, nè, tantomeno, della sua discografia, costituita da oltre una decina di album. Oggi, pur a qualche mese di distanza dall`uscita di quest`ultimo Grey Wolf, colgo volentieri l`occasione per parlare di questo musicista che meriterebbe una platea più ampia. Grey Wolf è un disco che ci narra dei personaggi che fanno, o hanno fatto parte del territorio da cui proviene Frank, Trieste e l`Istria. Un bel modo per tracciare le coordinate sulle quali si muove Get, narrando storie di persone che, come dice lui stesso, troppo spesso sono finite nell`oblio troppo volecemente.

Ecco quindi srotolarsi il filo di storie che lasciano il segno, come quella di Colarich the bandit, che è una  presa di coscienza della  situazione storica e sociale che dopo la Prima Guerra Mondiale,  e che  portò Giovanni Colarich, la cui vita venne anche raccontata nel bel libro Giovanni Colarich. L`inafferrabile Fuorilegge istriano, pubblicato una decina di anni fa dal ricercatore triestino Francesco Fait. Bellissima e sentita è Nora (che nella parte iniziale rimanda agli accordi di Knockin`on Heaven`s Door)  dedicata alla compagna di James Joyce, Nora Barnacle, scrittore che a Trieste ha legato la realizzazione o il completamento di alcune delle sue opere come Ritratto d`Artista da giovane, Ulisse, ed al quale la città ha dedicato un Museo. Pezzo lento, splendido, quasi Soul, con una chitarra che lascia il segno.

Rocckeggianti si palesano Hard Times e Identity due pezzi che insieme a Homeless, rappresentano il lato "attuale" con i problemi che si continuano a toccare con mano per migliaia di persone in lotta con le avversità causate dalla situazione economica. Il resto è di buon livello come The Ballad Of Carl Weyprecht esploratore, scienziato ed anche ufficiale della Marina Militare austro-ungarica, Weyprecht fu un grande sostenitore della collaborazione scientifica internazionale. Particolare ed interessante The outlaw priest che narra la storia del prete con la pistola Josip Velikanje, originario di Idria  (Slovenia) che, tra il XX e XXI secolo, non esitò alle maniere forti per diffondere la parola di Dio tra i fedeli della parrocchia di Sanvincenti sempre in Istria. Pezzo che musicalmente incrocia gli ZZ Top con vaghe reminiscenze dei Deep Purple. Ascoltare per credere. 

Un disco che merita di essere ascoltato, ed una gradevole sorpresa per chi volesse accostarvisi. Frank Get ed i suoi compagni di viaggio Guido Roselli, Tea Tidic, Andrea Reganzin meritano la giusta attenzione da parte vostra. 

 

Track List

  • Grey Wolf
  • Hard Times
  • Identity
  • Colarich The bandit
  • Homeless
  • The Ballad Of Carl Weyprecht
  • Nora
  • The Cicada and The Ant
  • The Outlaw Priest
  • Ursus
  • Another Chance