Che vita meravigliosa<small></small>
Italiana − Pop − songwriter

Diodato

Che vita meravigliosa

2020 - Carosello Records
14/03/2020 - di
Torna Diodato con Che vita meravigliosa, a due anni di distanza da Cosa siamo diventati e la vittoria al 70° Festival della Canzone Italiana di Sanremo con Fai rumore che, dopo anni, ha riportato la voglia di imparare il testo, di canticchiarlo e farselo proprio, ma sopratutto si è aggiudicato Premio della Critica “Mia Martini”, il Premio della Sala Stampa Radio, Tv e Web “Lucio Dalla” e il Premio Lunezia per il valore musical-letterario del testo; è stata la canzone che ha dato fatto rumore, tanto che l’amministrazione comunale di Taranto per una settimana, a mezzogiorno, diffondeva per le vie della città il brano. Anticipato dal brano omonimo che faceva parte dell’ultima pellicola di Ferzan Ozpetek La dea Fortuna, Che vita meravigliosa è un concept album dei cambiamenti, della scelta e, consequenzialmente, delle chiusure inevitabili per modificare una situazione, lo stesso artista afferma “non credo di essere mai stato così tanto me stesso, d’essere mai stato in grado di mettere così a fuoco il mio vissuto e tutte le sensazioni che mi hanno portato a dare questo titolo prima a una canzone e poi a questo album”.

   Nelle tracce si alternano la fine di un amore, la fine di una vita, la fine dell’onestà, ma la voglia di “fare rumore”, cioè di esserci in questa vita che descrive come meravigliosa, e la descrive con la voce chiara, potente, abbracciando il testo, permettendoci di non perdere mai l’attenzione dalle parole; l’interpretazione è “alla Diodato” e, per chi lo segue da prima del successo sanremese, è una conferma: capace, elegante, diretta, forte, capace di catturare l’ascoltatore e anche di donare forza. Ebbene Diodato diventa un simbolo: il simbolo della lealtà, di chi ci crede e ce la fa, con costanza, nutrendo e credendo nel proprio talento, certo che le capacità saranno riconosciute perché, oltre gli ostacoli e alle decisioni questa vita è “seducente e miracolosa”; il riconoscimento arriva a chi non ha scelto la strada più semplice e, finalmente, qualcuno rappresenta l’onestà, la purezza e è bello sapere che sarà proprio Diodato a rappresentare l’Italia alla prossima edizione Eurovision Song Contest 2020, sarà colui che ha dedicato la propria vittoria alla città di Taranto, sarà lui a rappresentare la bellezza del Paese, facendo rumore con essa. Per innumerevoli motivi Che vita meravigliosa arriva come un album onesto, Diodato racconta la realtà, lo fa da uomo, senza retorica né faciloneria, entrando nella quotidianità con l’intimità di Quello che mi manca di te, l’indifferenza e la “tuttologia” odierna in La lascio a voi questa domenica, la rassegnazione di Fino a farci scomparire e le accattivanti Non ti amo più e Ciao, ci vediamo, ritmata e immediata. Il cantauotore tarantino continua la produzione con Tommasi Colliva, vincitore di un Grammy coi Muse, e la collaborazione con Rodrigo D’Erasmo, apparso come direttore d’orchesta proprio nella kermesse ligure, che dopo tanti anni riporta in auge il brano che emoziona al primo ascolto e rimane al risveglio, creando l’attesa per l’esecuzione successiva.

   In questa contemporaneità in cui tutto è veloce, di immediato consumo e altrettanto velocemente dimenticato Che vita meravigliosa potrebbe essere un album che continuerà a maturare, restando negli anni, perché in grado di unire una scrittura avvincente, profonda con una musica sapiente, riconoscendo a Diodato la maturità di un pop d`autore, da troppo tempo dimenticato.

Track List

  • Che vita meravigliosa
  • Fino a farci scomparire
  • La lascio a voi questa domenica
  • Fai rumore
  • Alveari
  • Ciao, ci vediamo
  • Non ti amo più
  • Solo
  • Il commerciante
  • E allora faccio così
  • Quello che mi manca di te

Diodato Altri articoli