Lucio Corsi

Lucio Corsi

Un`altalena verso l`immaginazione


01/03/2015 - di Arianna Marsico
Lucio Corsi è un giovane cantautore il cui "Altalena Boy/Vetulonia Dakar", unione di due EP, è un concentrato di fantasia e poesia al potere. Ed è bello lasciarsi travolgere dal suo entusiasmo...
Mescalina: Per prima cosa ti ringrazio a nome di tutta la redazione di Mescalina.

Lucio Corsi: Grazie a voi!

Mescalina: Come è nata l’idea di fare un doppio album che riunisse vecchio e nuovo Ep? Altalena Boy/ Vetulonia Dakar è infatti l’unione dei due titoli…

Lucio Corsi: Ad aprile dell’anno scorso registrai il mio primo EP, Vetulonia Dakar, del quale non vennero realizzate copie fisiche. Dopo la realizzazione di Altalena Boy, il secondo EP, fatto circa sei mesi dopo il primo, c’è venuto naturale racchiuderli in unico disco, pur specificando che si tratta di due lavori distinti, che non vanno a formare un vero e proprio album. Un insieme di due ep, distinti tra loro musicalmente e con due copertine differenti.

Mescalina: Ho notato un interesse per una fantascienza trasposta in poesia, ad esempio proprio in Altalena Boy… o sbaglio?

Lucio Corsi: Mi diverto un sacco a raccontare storie. A mio parere una delle cose più belle dello scrivere canzoni è il poter stravolgere fatti reali con l’immaginazione e la fantasia per rendere le cose più belle o più brutte, a seconda dell’ Poi diciamolo, la fantasia non è una bugia.

Mescalina: Cosa contribuisce ed ha contribuito a sviluppare la tua poetica?

Lucio Corsi: Qualsiasi esperienza o giornata vissuta nei miei 21 anni. Bisogna collezionare qualsiasi cosa, raccattare a destra e a manca.

Mescalina: A livello sonoro c’è una certa levità, una grazia tutta tua, come in Canzone per me. Come l’hai raggiunta?

Lucio Corsi: Non saprei, dipende da canzone a canzone. Canzone per me è una canzone alla quale tengo molto, e volevo lasciarla così come era nata, chitarra e voce e basta, senza niente, ritengo sia la sua forma migliore.

Mescalina: Stai facendo concerti? Che riscontro stai avendo?

Lucio Corsi: Sì in questo periodo sto girando un po’, sto suonando sempre chitarra e voce ma da marzo in poi mi seguiranno altri due ragazzi, due miei amici anch’essi maremmani, non vedo l’ora, con il trio ci sarà di divertirsi! Comunque stanno andando bene i concerti, ho riscontri positivi, sono felice!

Mescalina: Hai già nuove idee per un lavoro futuro?

Lucio Corsi: Certamente! Ho molti brani, la prossima mossa sarà la realizzazione del primo Album. Non vedo l’ora, ci sono un sacco di storie e personaggi nuovi! Vorrei fare un disco di otto, massimo nove tracce, amo i dischi corti, la sintesi. A scuola ho sempre fatto temi di massimo due colonne…

Mescalina: Ti ringrazio ancora ed in bocca al lupo!

Lucio Corsi: Grazie a te! E che il lupo viva!

<iframe src="https://embed.spotify.com/?uri=spotify:album:5Z9FGcPZFkJov7rgEJqGzJ" width="300" height="380" frameborder="0" allowtransparency="true"></iframe>

Si ringraziano Lucio Corsi e Nicolò Zaganelli – Artevox.

Info:

https://www.facebook.com/pages/Lucio-Corsi/

https://twitter.com/luciocorsi

https://www.youtube.com/channel/UC9s_djW2Qyr7a-SsL6_DlFA

https://www.youtube.com/channel/UCE8SIs1FZrDYJWG-swQckag

http://facebook.com/artevoxmusica

http://www.picicca.it/

Lucio Corsi Altri articoli