Enzo Beccia

Enzo Beccia

In streaming l`album Per chi viaggia leggero


22/01/2018 - di Ambrosia J. S. Imbornone
In anteprima in streaming il nuovo album di Enzo Beccia con testi di Fiorenza Sasso, un disco di storie per raccontare i cambiamenti, la ricerca di un senso e di ciò che conta davvero, tra suoni che abbracciano sonorità popolari e cantautorali, jazzati e di un folk genuino e semplice.
Le sonorità “cordiali” e serene di Enzo Beccia oscillano tra cantautorato, un folk dalle sonorità semplici, genuine, quasi “ruspanti” e pop d’autore, momenti jazzati, musica popolare e suoni etnici. La musica dell’autore pugliese incontra e accompagna i versi (e i racconti nel libretto) di Fiorenza Sasso, tra fughe da una routine che schiaccia tra “mura di numeri” e “bianchi elenchi”, il doppio esilio dell’immigrato che diventa “il pugliese” a Milano e “il milanese” in Puglia, la rivoluzione quotidiana di chi non è indifferente, ancora la scelta di chi parte come fotografo in India dove “governa vento e pioggia”, e la libertà di chi nella vita sceglie di viaggiare leggero: “Non sono fatto di queste cose, / un’auto, una casa, un conto in banca / sono un’idea, un pensiero che suona. / Le cose son scatole per nascondersi dentro”. L’album del cantautore si intitola proprio Per chi viaggia leggero e sarà pubblicato il 26 gennaio; il produttore Enea Bardi negli arrangiamenti ha cercato di dare “la giusta naturalezza a queste sette storie, che cercano di mettere a fuoco ciò che realmente conta”.
 “Questo disco è nato dall’idea di portare in musica la storia di un personaggio che cambia la sua vita” – racconta Enzo Beccia – “Qualcuno che assomiglia in parte a me, ma in cui anche altre persone si possano identificare. Eppure questo disco non è semplicemente un racconto delle scelte che ognuno fa nella propria esistenza, ma è una sorta di dichiarazione di intenti: viaggiare leggeri significa mettere a fuoco ciò che realmente conta. Nel comporre i brani del disco, grazie anche all’aiuto di una paroliera fidata, Fiorenza Sasso, ho tentato di intrecciare musica e parole col desiderio di far arrivare proprio questo messaggio all’ascoltatore. Spero di far sognare, commuovere e ridere e soprattutto di condividere emozioni all’unisono con un altro essere umano”. 
Nel disco sembra prevalere una levità luminosa, nonostante le tante emozioni che veicola di storia in storia, o meglio nelle varie puntate di quella che sembra una sola storia e la storia di tanti. Cinematica è poi la reprise di Allora la vita ti afferra, che chiude circolarmente l’album tra archi e fisarmonica.
Buon ascolto!

 



BIOGRAFIA

Enzo Beccia è nato nel 1973 a Torremaggiore, in provincia di Foggia. In tenera età si è avvicinato allo studio della chitarra classica, inizialmente come autodidatta e successivamente frequentando il Conservatorio di Campobasso. Si è poi trasferito a Milano, dove ha proseguito i suoi studi musicali con i maestri Giovanni Monteforte e Franco Cerri, presso la Scuola Civica di Jazz.  Ha suonato in diverse formazioni, tra cui i Monopolio di Stato e i Magut. Ha inoltre fondato diversi progetti, tra cui il duo acustico blues Amomo e gli Equidistratti, con i quali ha partecipato a diversi festival e ricevuto numerosi premi tra cui il Premio De Andrè per la “Miglior Canzone d’Autore” (Monopolio di Stato, 2006) e il premio “Miglior video autoprodotto” - Dailymotion/Pivi (Equidistratti, 2012).  Tra gli album pubblicati spiccano Confezionato in casa (2011) e Canzoni senza etichetta (2015), oltre al metodo per chitarra Il Mondo è una chitarra, scritto in collaborazione con Fiorenza Sasso. Enzo Beccia continua a dedicarsi all’insegnamento, sia privatamente che come docente in diverse scuole di musica di Milano, oltre a comporre ed esibirsi con le sue formazioni “Tascabili”: un trio e un quartetto, con i quali suonerà dal vivo anche i brani del suo ultimo album, Per chi viaggia leggero, in uscita il 26 gennaio 2018. 

Contatti:

https://www.facebook.com/enzo.beccia