ll Campo Del Vasaio<small></small>
Italiana • Alternative

Teo Ho ll Campo Del Vasaio

2019 - New Model Label

21/08/2020 di Laura Bianchi

#Teo Ho#Italiana#Alternative

Signori, fate largo: sta entrando in scena, chitarra e armonica, ironia beffarda e voce tagliente, fra il giovane Vasco e il migliore Gaetano, il friulano Teo Ho (Matteo Bosco), con il suo nuovo ep, Il campo del Vasaio, che sciorina davanti a noi sei storie molto diverse fra loro, eppure tutte segnate dallo stesso destino di diversità e emarginazione.

Moderno cantastorie, Dylan postmoderno, Bosco attira la nostra attenzione con sapienza, e ci inchioda in canzoni, la più breve delle quali dura cinque minuti, per arrivare agli oltre otto del racconto del rogo della ThyssenKrupp, Biancaneve rovente; durata inusuale, atipica, che, anziché respingere, attrae e affascina, grazie all'uso di versi accuratissimi, al rifiuto di arrangiamenti raffinati, che esaltano la parola, nel segno della migliore tradizione della canzone d'autore, dai Cantacronache in poi.

E di quella stagione di canzone popolare e di denuncia, nelle canzoni di Teo Ho, restano tracce importanti: il brano dedicato a Giulio Regeni, ad esempio, 15 minuti prima e dopo (Giulio Regeni), è impostato con una voce narrante interna, e colpisce per la lucida consapevolezza dell'ingiustizia subita; e I conti che ritornano, sulla difficoltà di sopravvivere durante questi tempi di crisi, presenta ritratti indimenticabili di persone escluse dai vincenti, ma che trovano il loro riscatto nella quotidiana resistenza.

Il tutto è animato da un piglio sarcastico che tutto riequilibra, dramma e commedia; in 116° sogno, ad esempio, il verso "Abbiamo debellato le stragi nelle scuole con le stragi delle scuole" suona profetico e amaro, e l'armonica ricama note dolenti che sottolineano l'assurdità della nostra società. Disco profondo e spiazzante, per ascoltatori che vogliono indagare fra le pieghe del vivere.

 

 

Track List

  • senza titolo
  • 15 minuti prima e dopo (Giulio Regeni)
  • 22 presenze
  • 116° sogno
  • Biancaneve rovente
  • I conti che ritornano
  • L’operaio, il poeta siriano, il caporale innamorato