`O Sud (e` fesso)<small></small>
Italiana • Folk • Canzone d`autore

Patrizio Trampetti `O Sud (e` fesso)

2021 - Finisterre

31/07/2021 di Laura Bianchi

#Patrizio Trampetti#Italiana#Folk #Canzone d`autore

"Non mi piace più questa città...veramente non mi è mai piaciuta...e tanto non mi piace che a volte...mi piace tanto per un niente!": basterebbero queste parole di Patrizio Trampetti, in Villaggio Vomero, brano breve e intenso, recitato da  Gianfelice Imparato e Angelica Ippolito, due degli attori della storica compagnia di Eduardo De Filippo, che apre il nuovo lavoro'O Sud (è fesso), per capire la potenza comunicativa di un autore che ha attraversato la scena non solo napoletana degli ultimi cinquant'anni, firmando con Edoardo Bennato perle come Un giorno credi o Feste di Piazza, ma lavorando anche nel teatro d'eccellenza, con Peppe BarraRoberto De Simone.

Il disco è impregnato dello spirito che ha animato Trampetti fin dai tempi delle sperimentazioni con la Nuova Compagnia di Canto Popolare, e, anche se vede la direzione artistica e la collaborazione di Jennà Romano dei Letti Sfatti, (co-autore anche dei brani), il segno originale emerge netto, inconfondibile, restituendoci tutta l'energia e la competenza artistica di un autentico protagonista della scena musicale non solo partenopea.

Si ascolti, ad esempio, L’ora d’a cuntrora, in cui l’organetto di Ambrogio Sparagna non è pretestuoso, bensì traccia un nesso netto fra prog e world music, dando nuova linfa a un'insolita serenata pomeridiana, in cui l'innamorato vorrebbe far l'amore all'ora della controra con una nennella che non si fa vedere. Canzone ‘e niente invece, con la sua struttura melodica tradizionale e affascinante, suona come un omaggio a Pino Daniele, che fu tra i primi ad ascoltare il brano, nato nel 1983 negli studi Bagaria di Formia.

E sembra proprio questo il senso dell'intero progetto: ripercorrere il mezzo secolo di vita musicale di Trampetti, innervandolo di spunti contemporanei e poliedrici, dal jazz di Senza passione ai ritmi sudamericani di Ammore, con l'emozionante partecipazione di Fausta Vetere, voce della prima formazione della NCCP;  fino alla conclusiva, e definitiva, Lacreme, in cui Sandro Ruotolo legge stralci di alcune lettere dei condannati a morte della Resistenza, accompagnato dalle struggenti chitarre di Giampiero Bengivenga e Cristiano Califano: una sorta di Lacrime ‘e cundannate edizione 2021, tanto più intensa quanto più necessaria, in questi tempi oscuri.

Impegno e musica, da cinquant'anni, hanno caratterizzato il percorso dell'artista: e infatti, non può mancare un segno concreto del connubio, con 'O mare, nata da un laboratorio con i giovani ospiti della struttura di riabilitazione mentale, gestita dalla cooperativa Spartaco di Santa Maria Capua Vetere. Uno di loro, Marco Junior Dentale, ha composto una poesia, musicata da Jennà Romano e cantata da Trampetti con alcuni dei ragazzi, davvero protagonisti di una creazione artistica, premessa per un autentico recupero.

Disco importante, nella cinquina del Premio Tenco, sintesi e insieme premessa di altri anni di creatività e qualità.

Track List

  • Villaggio Vomero
  • `O Sud e` fesso
  • L`ora d`a Cuntrora
  • Canzone `e niente
  • `O mare
  • Ammore
  • Chiove
  • E` tarde
  • Lacreme