Malato<small></small>
Emergenti • Alternative • songwriter

Lepre Malato

2022 - Gelato label/Trovarobato &amp;ndash; distribuzione The Orchard

27/06/2022 di Barbara Bottoli

#Lepre#Emergenti#Alternative

Lepre, al secolo Lorenzo Lemme, esordisce con un album interessante, ricco e da ascoltare ripetutamente, col suo Malato arriva nel momento giusto, dopo questi due anni particolari ci ricorda che molte esperienze negative si possono osservare anche da un punto di vista diverso, esattamente come il termine malato che lo stesso artista definisce come affascinante perché ha a che fare col dolore che deve essere sdoganato, accettato, soprattutto perché creando solitudine e isolamento pone i presupposti per la creazione artistica. La spiegazione di Lepre potrebbe apparire eccessivamente filosofica, soprattutto in un periodo storico che ricerca l’estinzione del dolore, spesso passando dall’eccessiva spettacolarizzazione, eppure non si può non condividere il pensiero del cantautore. “Devo scoprire tutti i nervi / devo sfogare ogni dolore” è una frase del brano Bolletta, un titolo così quotidiano per spingersi a proseguire, anche oltre le scadenze, alle incomprensioni con l’idea che anche se ciò che siamo non corrisponde alla nostra immagine esposta si deve proseguire, tornando all’amore. Le nove tracce di Malato sono esattamente questo: prive di etichette di genere, lineari nella scrittura e seguono un continuo cambio ritmico-interpretativo, veramente eccezionale, Lepre riesce a trasmigrare la vita dei mutamenti nelle pause, nelle alternanze, nei suoni, e nei testi che sono articolati, attenti, rendendo ogni brano un singolo migliore del precedente, per noi accorgersi che la qualità è davvero alta.

   Cantante, percussionista, rumorista, batterista Lepre non nuovo nel panorama musicale vista la partecipazione al gruppo SuperBox e LeSigarette con le conseguenti numerose esibizioni live in Italia, oltre alla partecipazione a vari collettivi, gruppi busker, alternando diversi studi ha iniziato nel 2019 la stesura di brani per arrivare a questo disco nel quale si affiancano Giovanni Pallotti, mentre per gli arrangiamenti Daniele Borsato e per la produzione Fabio Grande. Partendo da una constatazione che spesso viene data da terzi, essere malati è, solitamente, la dichiarazione di altri, Lepre ne prende atto e la trasforma in un’esperienza personale; alcune esperienze sono definibili proprio perché esistono i termini opposti; esiste la serenità perché conosciamo il tormento, e possiamo definire il male perché si entra in contatto col bene, ma il cantautore racconta anche il percorso per raggiungere l’estremo opposto. Una parentesi deve essere aperta per Mezzoscemo, come negli altri video Lepre ci mette la faccia, in brani autobiografici, in questo brano racconta il passato ed è ascoltabile senza il senso della misura, con la certezza che si aprono le braccia, urlando “ spazio nella mente / il mare aperto /il cielo immenso / le montagne e il prato verde / non mi serve niente” e con Malato non serve nient’altro.

Track List

  • L&rsquo;una e un quarto
  • Ambulanza
  • Bolletta
  • Mio marito
  • Non era colpa tua
  • Malato
  • Mezzo scemo
  • Molossoide
  • Dejavu