Stefano Barotti

Stefano Barotti

Como / Aclichef


15/06/2018 - di Laura Bianchi
Ultimo appuntamento della stagione per i concerti di Aclichef, luogo di buon cibo, buon vino e ottima musica, organizzato dal cuoco Francesco Iaquinta, che per la chiusura in bellezza ha chiamato il collega Stefano Barotti e i suoi valenti musicisti, Luca Silvestri al basso e Vladimiro Carboni alla batteria, direttamente dalla Toscana.

L`occasione è ghiotta: la presentazione del nuovo lavoro del cantautore, Settembre, un concept album sul vino Triple A come metafora della vita, realizzato in collaborazione con Luca Gargano, della Velier, il guru della filosofia Triple A. d

Dopo una cena squisita, annaffiata da vini in tema, il concerto non è stato da meno: Barotti coi suoi compagni ha condotto il folto pubblico in un percorso attraverso le sue canzoni, affidandosi all`ispirazione del momento, esaltato dal fatto che molti conoscessero il suo repertorio. Dopo l`imprescindibile Blues del cuoco, dedicata a Iaquinta, Barotti dà spazio a chicche dal passato, come la sempre intensa Piccola canzone, l`autobiografica Compositore di canzoni, la nostalgica e energica Forte dei Marmi, la perfetta Rose di ottobre, l`ironica Giudizio non ho, tutte arricchite da un arrangiamento stupefacente, con code strumentali e crescendo sapienti.

Due deliziose cover, un pezzo del primo Gaber, Non arrossire, e Redemption song, e un solo brano tratto dall`ultimo album, di cui si intuisce la bellezza anche eseguiti in trio; anzi, in questo caso la profondità della ricerca letteraria dei testi e la maturità di Barotti risaltano ancora di più.

Un ottimo assaggio, da centellinare sapientemente, in attesa di gustare le otto tracce del disco.

 
SETLIST

Piccola canzone

Blues del cuoco

La ragazza

L`angelo e il diavolo

Il legno e le corde

Vorrei essere

Compositore di canzoni

Rose di ottobre

La neve sugli alberi

Non arrossire (Gaber cover)

Cuore danzante

Mi ha telefonato Tom Waits

Il vignaiolo

Giudizio non ho

Redemption song

Lo spaventapasseri

Dalla mia finestra

Gli ospiti

Ogni cento parole

Tempo di albicocche

Forte dei Marmi

Stefano Barotti Altri articoli