Francesco Piu

live report

Francesco Piu Piazza Castello / Cernobbio

12/07/2020 di Laura Bianchi

#Francesco Piu#Jazz Blues Black#Blues

Una piccola piazza di Cernobbio, a due passi dal lago di Como; una quieta domenica sera di luglio; clima perfetto; mascherine e distanziamento fisico, ma non sociale. Perché il pubblico che si è raccolto qui, stasera, per ascoltare il concerto in solitaria del bluesman sardo Francesco Piu, è rispettoso delle regole, ma conosce l'amicizia, quella vera, nel nome della buona musica, quella dal vivo, quella che è mancata di più, negli ultimi mesi.

"È meglio dello streaming, vero?", esclama Piu a un certo punto; e chiede, esige quasi, applausi croccanti, come usa dire lui, che si sentano fino a Ossuccio, che cancellino le settimane di isolamento, confinamento, paura e silenzio.

Bene ha fatto la Music for Green di Gabriele Gambardella &co. a coinvolgere il Comune di Cernobbio e validi sponsor come Michele Metzger di Equa, che si è occupato dell’installazione di pannelli fotovoltaici per l'alimentazione del concerto, decisamente a impatto zero; perché, se si vuole proporre un evento di qualità, in questi mesi incerti, occorre fare cordata, affrontare le inevitabili restrizioni, ma fornire, ad artisti e pubblico, live di grande valore, pur in piccoli spazi.

Piu riempie la piazza di spettatori attenti, partecipi, silenziosi e coinvolti, sciorinando il meglio del repertorio dei grandi del blues e non solo, da una All along the watchtower straniata e drammatica, fino a una conclusiva I wanna take you higher di Sly and The Famlily Stone, con fortissime venature funk e un coro strappa corde vocali di tutto il pubblico.

Non mancano nemmeno classicissimi blues, e spicca su tutti un'appassionata e appassionante Four Until Late, in cui viene rievocato alla perfezione lo spirito di Robert Johnson, dal cui repertorio Piu attinge a piene mani (l'ultimo suo lavoro è proprio dedicato a lui); ma sono presenti anche composizioni originali, come una trascinante Stand by button,
composta con un altro bluesman nostrano, Daniele Tenca, oppure Over you, che non dimostra gli ormai nove anni di vita.

Così, fra un pezzo unplugged e uno armonica e washboard, fra una ballata densa di feeling e un brano tutto groove, il tempo vola, e solo i limiti orari, imposti da un evento live nel centro del paese, mettono fine a una serata che, per quanti amano la musica dal vivo, significa il ritorno a una dimensione che si temeva persa per sempre.

Per quanto riguarda Piu, ecco le prossime date (tutte con prenotazione obbligatoria):

17 LUGLIO - StramPalato - Brescia

18 luglio - Piazza Grande - Locarno (Svizzera)

19 Luglio - Corto Maltese - Cagliari

23 LUGLIO - Domaine de Pélican, Gignac, Francia

31 Luglio - Pollenza

    FOTO (rigorosamente in blues b/w ) DI ANTONIO SPANÒ GRECO
 
SETLIST

LET ME LOVE YOU BABY

STAND-BY BUTTON

OVER YOU

JESUS IS ON THE MAINLINE

GOTTA SERVE SOMEBODY

TROUBLE SO HARD

DON’T EVER LET NOBODY DRAG YOUR SPIRIT DOWN

GOIN’ AWAY BABY

HELLHOUND ON MY TRAIL

LAST FAIR DEAL GONE DOWN

FOUR UNTIL LATE

AM I WRONG

ALL ALONG THE WATCHTOWER

I DON’ T NEED NO DOCTOR

YOU UPSET ME BABY

THE BLUES OVERTOOK ME

Encore: I WANNA TAKE YOU HIGHER