Upland Stories<small></small>
Americana • Country • Folk

Robbie Fulks Upland Stories

2016 - Bloodshot / IRD

21/07/2016 di Laura Bianchi

#Robbie Fulks#Americana#Country

Conoscete James Agee, Amy Hempel o Flannery O’Connor? Se apprezzate le storie raccontate da questi narratori statunitensi, allora amerete le canzoni narrate in punta di chitarra e voce da Robbie Fulks, cinquantenne di Chicago, formatosi in Virginia e Nord Carolina, che, pur poco conosciuto all'estero, ha inanellato dodici album in una carriera trentennale.

Il suo ultimo lavoro, Upland Stories, è proprio una collezione di dodici racconti sul passare del tempo, la giovinezza perduta e le opportunità perse o ritrovate, con uno stile intimo e accurato nelle descrizioni, tanto che i testi potrebbero avere dignità di lettura autonoma, anche senza la musica. Invece, gli echi sonori fanno da sfondo convincente alle storie, con tocchi di slide e fiddle, mentre la voce alla James Taylor, ma con venature ironiche e caustiche, offre un'interpretazione convincente.

 Fulks sfugge a ogni catalogazione, e anche il punto di vista delle sue canzoni è difficilmente classificabile, sorprende, spiazza e coinvolge. Ne è un esempio la scelta della cover del brano di Merle Kilgore Baby rocked her dolly, che diventa una ballata densa di pathos e splendidamente interpretata, oppure Needed, storia di una gravidanza indesiderata raccontata dalla voce del giovane padre.

Amate John Prine, Kris Kristofferson o Jason Isbell? Se apprezzate il timbro della loro voce e le loro atmosfere alt country, non fatevi sfuggire questo disco. Vi terrà compagnia a lungo.

Track List

  • Alabama At Night
  • Baby Rocked Her Dolly
  • Never Come Home
  • Sarah Jane
  • Aunt Peg`s New Old Man
  • Needed
  • South Bend Soldiers On
  • America Is a Hard Religion
  • A Miracle
  • Sweet as Sweet Comes
  • Katy Kay
  • Fare Thee Well, Carolina Gals

Articoli Collegati

Robbie Fulks

Gone Away Backward

Recensione di Andrea Furlan