Attorno al fuoco<small></small>
Italiana − Canzone d`autore − folk

Federico Palladini E La Banda Della Scolopendra

Attorno al fuoco

2012 - Attivart
07/08/2012 - di
Dai “figli di Prometeo “ (cui era dedicato il precedente Punti di fuga, 2010) a Gioiabrigante morto lì davanti nel fiore dei vent’anni”: Federico Palladini passa così dalla sfera pienamente cantautorale ad una dimensione più vicina alla sua Villa S.Stefano (Frosinone). E la qualità di Attorno al fuoco non ne risente affatto.

I brani guadagnano ulteriore dolcezza, con lo sguardo carezzevole di chi sfoglia un album di ricordi che va dalla propria infanzia (“Mia nonna che prepara un gingerino al limone” è il felliniano  incipit di Domenica di Pasqua) a quella dei nonni, se non ancora più a ritroso fino a quella dei briganti (Gioia) in un cerchio che si richiude. E secondo Palladini Il cerchio attorno al fuoco è il luogo dei racconti e l’ideale ambientazione di questo disco, con il quale voglio raccontare quello che ho vissuto, visto e sentito del mio paese e non solo, dall'infanzia fino a oggi: le persone, i luoghi, le storie, le leggende”.

Questa nuova vena narrativa, densa del colorismo dei suoi dettagli, non può più appagarsi delle eleganti diagonali sonore fino ad ora mostrate. Ed ecco che il canto tradizionale affianca le chitarre ed i violini.

I prati del Macchione inizia come un coro da festa di paese che poi si fa sempre più rarefatto e si arricchisce di organetto e canto all’allungo, tornando “ nelle valli erbose, con la natura in festa”

Attorno al fuoco è una riscoperta consapevole del canto popolare, tirato fuori da certe riduzioni macchiettistiche ed elevato a revocatore dell’arcano e di un tempo scandito dal rito umano.

Forse per una volta non fa male smettere di correre e sedersi attorno al fuoco, all’imbrunire, con una chitarra ricordandosi della “chiara acqua sorgiva della semplicità” (Luigi Cipolla citato ne I prati del Macchione) e che “gli artisti non se ne vanno”  (Il dono degli artisti al pittore Addis Pugliese).

Basta “restare in silenzio a sentire o guardare”.

Track List

  • Notte di S. Giovanni
  • Il pescatore di galline
  • I prati del macchione
  • Gioia
  • Il dono degli artisti
  • Roccobecco, Canemallanco e Manicolento
  • Camilla e la Luna
  • Domenica di Pasqua
  • Villa di notte