Ambrosia Silvia Imbornone

Ambrosia Silvia Imbornone

Ambrosia Silvia Imbornone - Brunori Sas. La vita pensata e la vita vissuta.


02/02/2019 - di mescalina.it
Ambrosia Jole Silvia Imbornone si occupa di critica e informazione musicale fin dal 2004; collabora con varie testate musicali come Mescalina.it, di cui coordina la sezione di musica italiana, L`Isola che non c`era, Rockerilla. Nel 2006 e nel 2009 è stata nella giuria specializzata del Premio Italiano Musica Indipendente (P.I.M.I), organizzato dal Meeting delle Etichette Indipendenti. È stata inoltre addetto stampa e componente dell’organizzazione e della commissione artistica del concorso nazionale Arè Rock Festival dal 2007 al 2011 e tra gli autori del Dizionario completo della canzone italiana – Cantanti, autori, gruppi e produttori a cura di Enrico Deregibus, pubblicato da Giunti nel 2006. Non solo appassionata di musica, Ambrosia è insegnante e dottore di ricerca in Italianistica, è attiva anche nel campo della critica letteraria dal 2005; oltre a molti saggi su riviste internazionali e nazionali, ha pubblicato due monografie, dedicate rispettivamente al teatro di Pasolini (La diversità a teatro. I drammi giovanili di Pasolini, Stilo, Bari, 2011) e ad alcune figure femminili di Moravia (Le femmes révoltées di Moravia. Beatrice, Desideria e Alice, Ledizioni, Milano, 2012).

Oggi Ambrosia, pubblica questo volume, decisamente interessante fin dal titolo, La vita pensata e la vita vissuta, analizzando desideri e insoddisfazioni, progetti ed esitazioni che sono alcune delle dicotomie principali presenti nelle canzoni di Dario Brunori, intorno a cui ne ruotano molte altre: istinto-ragione, tempi interiori lunghi-frenesia contemporanea, Sud-Nord, Lamezia-Milano, valori rocciosi senza tempo-modernità liquida, profondità-leggerezza, idealismo-realismo. I suoi dischi cantano la normalità e il quotidiano, così come uno slancio quasi utopico verso il cambiamento e il superamento di ciò che è dato: se non basta scrivere canzoni per «dare al mondo una sistemata», la musica può comunque combattere la tentazione di arrendersi passivamente al presente e raccontare di contro la possibilità di agire e intervenire nel mondo, operando un cambiamento, purché ognuno parta da sé stesso. Brunori non punta mai il dito contro i difetti degli altri, ma osserva in sé il rischio dell`indifferenza, della superficialità, della possessività o della disperazione.

In una dialettica tra dentro e fuori, narra istantanee della sua vita vissuta, così come esce dalla rassicurante dimensione privata e casalinga per osservare la società. In questo libro si analizza il percorso musicale del cantautore calabrese tra suoni minimali e arrangiamenti più elaborati, dimensione acustica e orchestrale, tra il calore del suono di strumenti tradizionali e tocchi più algidi di sonorità elettroniche e metropolitane, tra una leggerezza divertita e argomenti importanti (lavoro, famiglia, fede, ecc.), i drammi giornalieri dei poveri cristi e la necessità di stemperare ogni tristezza con il sorriso bonario dell`ironia, o con la levità ora giocosa ora incantata della musica. Tutta la carriera del cantautore tra primi pezzi e collaborazioni, dischi e tour, racconti, articoli e spettacoli teatrali, cinema e tv, recensioni e riconoscimenti.

Un libro che entra nelle pieghe di uno dei migliori cantautori italiani attualmente in circolazione, che ci offre la possibilità di approfondire il percorso fin qui compiuto da Brunori Sas.

Il volume viene pubblicato nella collana Cantautori del Duemila a cura di Arcana. 208 pagine 14.50 Euro.