La Municipal

live report

La Municipal Roma, Largo Venue

23/10/2021 di Arianna Marsico

#La Municipal#Italiana#Canzone d`autore

Si torna ai concerti in piedi dopo tanti mesi. C'è un po' di ruggine da togliersi di dosso ma anche tanto entusiasmo.
Apre la serata la romana Alice Giorgi. Viso delicato e voce cristallina riesce, con semplici brani chitarra e voce, a incantare il pubblico. È interessante il suo Iron, scritto, racconterà, proprio mentre stava passando il ferro da stiro.  Ed è dedicato proprio alle persone comuni, che si barcamenano tra mille cose. Un pensiero non può non andare a Elisabetta Imelio quando Alice canta Acida dei Prozac+.
Arriva poi Carmine Tundo con la sua Municipàl. Alla voce troviamo Chiara Turco al posto di Isabella Tundo, come il fratello cantautore ci aveva già anticipato in una intervista: " La Municipàl nasce proprio per passare del tempo insieme. Per questioni logistiche è però più facile che lei possa essere presente all’interno dell’album, più che in tour, che è qualcosa di più impegnativo."
Il tour di Per resistere al tuo fianco è ormai alle ultime date, ma quella romana è tra le prime in un club condizioni che potremmo definire "normali" ossia in piedi. L'esecuzione, non perfetta tecnicamente, è però molto emozionata. Si incomincia con Per resistere al tuo fianco, Se io fossi come te cambierei il mondo e La terza stagione di Dark, direttamente dall'ultimo disco. Per resistere al tuo fianco, uscito questa estate, è infatti il coronamento del percorso del progetto Per resistere alle mode, avviato dalla formazione salentina nel 2020.
Quando crollerà il governo rispetto alla versione in studio è molto più energica quasi alla Strokes.
Non mancano in scaletta diversi estratti dal fortunato Bellissimi difetti (2019). Oltre alla title - track ci sono Italian Polaroid e Punk Ipa, contrappeso ritmico alla nostalgica I funerali di Ivan. Per non parlare de I mondiali del '18.
L'accoglienza del pubblico è molto calorosa non solo verso i brani vecchi (viene rispolverata anche Via Coramari) ma anche verso i nuovi. Carmine ringrazia a più riprese e saluta con il cuore colmo di emozione.

Foto di copertina di Stefano Bravetto