Gang

Gang

Como


23/02/2006 - di Maurizio Pratelli
Gang

23 febraio 2006
Ultimo Caffè (CO) Fino a qualche anno fa assistere alle esibizioni acustiche dei Gang, rock band per eccellenza, era quasi impossibile. Dopo un inizio riluttante quanto casuale, complice Andrea Parodi, cantautore lariano e direttore della rassegna "Giovedì d'Autore", i fratelli Severini hanno iniziato a trovar piacere anche proponendosi in duo, e hanno trasformato questa occasione in un momento ancora più intenso di musica, riflessioni e scambi di battute con il pubblico. Per la verità il numeroso ma freddino pubblico comasco non ha interagito moltissimo alle sollecitazioni di Marino a cui certo, oltre alle belle canzoni, non mancano mai gli argomenti per cercare di scavare nelle coscienze, per far nascere la voglia di trovare risposte diverse da quelle troppo omologate che siamo abituati a sentire. Insomma, il motto "resistere" dei Gang è più che mai vivo, almeno quanto la voglia di indignarsi ancora, con la musica e le parole. I loro fucili, come sempre, sono le canzoni, vecchie e nuove, che hanno il "vizio" di non dimenticare, vale per tutte l'inedita "4 maggio 1944" (farà parte di un nuovo album in uscita nei prossimi mesi ndr), la cui intensità emotiva tocca vertici assoluti.
E certo non perdono il loro fascino inni come "Sesto San Giovanni" o "Bandito senza tempo". La voce calda di Marino e la chitarra dolce di Sandro trasportano in bella armonia canzoni che fanno ormai parte della storia del rock italiano. La "Pianura dei sette fratelli" scioglie sempre il cuore, "Comandante" è ormai un inno, mentre "I Fough The Law" diventa quasi ironica di questi tempi.
Dopo un paio di pezzi lasciati all'amico Parodi arrivano anche una cover di Francesco de Gregori, "A pà", e un paio di bis che hanno la forza di un fraterno abbraccio tra pubblico e palco.
Le canzoni dei Gang, citando il loro primo disco in italiano, hanno radici profonde e ali larghe. Per spiccare il volo in un futuro migliore, senza dimenticare. Solo così si può crescere. Scaletta:
Sesto San Giovanni
Bandito senza tempo
La pianura dei 7 fratelli
4 maggio 1994
Fermiamoli
Lacrime del sole
Chico Mendes
Comandante
I Fought The Law
Il Killer del Tennessee (Parodi)
Buon anno fratello (Parodi)
A pà
Le radici e le ali
Se mi guardi vedi

Gang Altri articoli