Federico Sirianni

Federico Sirianni

Como / Officina della Musica


08/12/2019 - di Laura Bianchi
Cosa può fare la musica...è solo l`8 dicembre, ma all`Officina della Musica di Como diventa Natale in un lampo, se solo ci si lascia catturare da Federico Sirianni e dalla contrabbassista Veronica Perego. Ma non si pensi al Natale consumistico e godereccio, che mette le cose prima delle persone; con Sirianni, artista da sempre sensibile agli ultimi della nostra terra, il Natale riacquista il proprio autentico significato, e ci riavvicina al cuore della festa.

La serata è stata pensata, dal musicista genovese trapiantato a Torino, proprio per rendere omaggio a quegli ultimi, e agli artisti che hanno saputo raccontarli con rispetto, senza superflui sentimentalismi patetici. In apertura della serata, quindi, spazio all`intramontabile Feed the birds, La cattedrale nella versione italiana, brano iconico da Mary Poppins, per continuare con canzoni di Sirianni, alcune delle quali entreranno nell`album Maqroll, previsto per il 2020, alternate alla lettura di un racconto breve di Paul Auster, Il racconto di Natale di Auggie Wren, da cui fu tratto l`indimenticabile film Smoke.

Un`impronta colta e popolare insieme, dunque, sottolineata dall`uso degli strumenti a disposizione del duo: pianoforte, chitarra e voce di Sirianni, contrabbasso di Perego, danno il giusto tono ai brani, fra il folk e il jazz, nello stile di quel Tom Waits di cui il cantautore esegue due splendide versioni, celebrandone il recente settantesimo compleanno.

Non manca nemmeno una primizia: una canzone appena composta, una suggestiva preghiera laica, un`Ave Maria (che stai  nel frigo vuoto, nella caldaia rotta, sul marciapiede gelato...), che viene chiamata a scaldare i senzatetto e i poveri di questa società, in un Natale freddo, da cui scaturisce comunque un canto di speranza e diginità, che dà la forza di vivere e di rialzarci al mattino.

Il pubblico applaude emozionato, e apprezza un ultimo dono: una bella versione di Show me the place, un Cohen recente, reso con delicatezza e intensità. Il Natale in anticipo, ogni tanto, porta buone notizie. Cosa può fare la musica...

 


SETLIST

Feed the birds (da Mary Poppins)

Melodia per occhi stanchi

Dimmi chi sei

Christmas lullaby (Shane MacGowan)

I don`t wanna grow up (Tom Waits)

Christmas card from a hooker in Minneapolis (Tom Waits)

Ave Maria

Maqroll

Lettere da nessun dove

L`amore sospeso

Ecco qui

Dio dei baraccati

Ascoltami o Signore

Bis

Show me the place (Leonard Cohen)

Federico Sirianni Altri articoli