• Home
  • /
  • Libri
  • /
  • Hervé Le Corre
  • /
  • Dopo la guerra
Hervé Le Corre

Dopo la guerra

Hervé Le Corre


edizioni e/o, 2019

di Luigi Lusenti
Cosa è "Dopo la guerra" di Hervé Le Corre? Un thriller? Un noir? Oppure un libro che racconta un pezzo di storia di Francia dopo il secondo conflitto mondiale e durante la guerra d`Algeria?

La critica lo cataloga con i primi due criteri: thriller e noir. L`autore è considerato, infatti, uno dei più grandi "giallisti" francesi vincitore del prestigioso "Gran Prix du roman noir français". Per me, più modestamente, il libro è una grande racconto di un pezzo d`Europa, in questo caso Bordeaux, alle prese con la ricostruzione, l`epurazione o il riciclaggio di elementi compromessi col regime collaborazionista di Petain, la fine della "grandeur francese". Non è detto di sapere se la storia narrata è vera. Sicuramente, come nel realismo italiano, potrebbe esserlo. Anzi lo è perché narra oppressione, opportunismo, speranze, vendette, bisogno di normalità in un modo che prima deve fare i conti con una guerra devastante, non tanto per i morti ma per chi è rimasto vivo. Meglio dire sopravvissuto.

"Dopo la guerra", come è scritto nel retro di copertina è "una storia di vendetta e di molti segreti". Soprattutto è una storia che cerca disperatamente l`ordine del possibile, sena negare e negarsi di essere al contempo vittime e carnefici. Dove il passato è tornato a superare il presente e l`inizio e la fine paiono essere noto a tutti. Il presente ce lo racconta Hervé Le Corre.

 

"Dopo la guerra" di Hervé Le Corre.

edizioni e/o

pag. 515 - 12 euro