Carlo Lucarelli

Carlo Lucarelli Un giorno dopo l'altro


Einaudi tascabile, £ 16000

di Sara
Mi riusciva difficile credere che un libro classificato come giallo avesse già indicato nelle poche righe di presentazione il nome del tremendo killer.Come poteva caricarsi di quelle caratteristiche(suspense,incertezza fino all'ultimo,brivido...) tipiche di romanzi di tale genere ,se già nell'invito alla lettura compariva ,senza margine di dubbio,il nome del pluriassassino?Iniziando e proseguendo ininterrottamente la mia lettura,mi sono ben presto dovuta ricredere.Lucarelli è riucito,attaverso una narrazione fluida euna capacità descrittiva davvero formidabile,a creare un'opera frizzante,ricca di colpi di scena degna di una sceneggiatura di successo.Ben presto appaiono delineati i singoli personaggi:la poliziotta dura con un passato difficile alle spalle,lo studente universitario fresco di una delusione d'amore ,lo "pseudo gioielliere" che sperimenta ogni genere di travestimento e può essere rintracciato solo con l'ausilio di internet.I tre protagonisti,apparentemente molto dissimili fra loro,in realtà hanno una cosa che li avvicina:un senso di insoddisfazione e di sofferenza nei confronti della vita;tale senso hai nei singoli personaggi una matrice diversa,ma li conduce alla voglia di farla finita con un'esistenza che viene vissuta come insostenibile.Domina su tutto una vecchia canzone di Tenco,"UN giorno dopo l'altro",canzona tristissima che il giovane studente ascolta per alleviare le sue pene d'amore.Un testo attuale,crudo e realistico al 100 per 100.

Carlo Lucarelli Altri articoli