Annies<small></small>
Italiana − Pop − Folk

Annie Hall

Annies

2011 - Quasi Mono Records/Pippola Music
04/05/2011 - di
Tempo fa andava in onda uno spot con una canzone bella e sconosciuta in sottofondo (che qualcuno di noi conosceva già!): Ghosts´ Legs è il titolo della misteriosa canzone e loro sono gli Annie Hall, la band bresciana, che, dopo due ep autoprodotti, Annie Hall (2005) e Good Old Days (2006), e i due dischi Carousel (2009) e Cloud Cuckoo Land (2007), nel quale è incluso il singolo Ghosts´ Legs, prodotti da Pippola Musica - Audioglobe, si rimettono in gioco con Annies (2011), uscito per Pippola Music – Quasi Mono Records – Audioglobe.

Annies rappresenta, forse, la prova, la conferma che tutti un po’ ci aspettavamo da un gruppo molto valido. I lavori passati, che spesso assomigliano tanto ad un carillon fatto di mille sfumature melodiche, avevano lasciato intendere che gli Annie Hall si stavano per muovere verso uno stile musicale totalmente originale ed interessante, che adesso possiamo chiamare decisamente pop, nel quale si riscontrano tendenze melodiche che richiamano i Beatles (più ruvidi), in Suitcase o i Velvet Underground, in For You.

Annies è una passeggiata sotto il sole, quando il rumore non disturba; è un viaggio musicale ed una corsa psicologica. Un accostamento perfetto di chitarre elettriche graffianti e suoni folk, misti al pop, rilassanti. Beautiful Mind è una corsa frenetica verso una dimensione altra, in cui quello che importa è sentirsi liberi: è un pezzo in cui le chitarre elettrificate rubano il posto ai carillon, dando vita a un indie-rock tutto incentrato sul gioco e lo scambio di melodie elettriche e melodie acustiche.

Così per Shooting Star verrà utilizzato il piano, che la rende intima e riflessiva. E da questo momento in poi Annies è come se diventasse un disco anche intimo: una riflessione, un attimo di pausa, Airstrip Zero, che si esprime con pochi, ma interessanti, accenni sperimentali.

L’album si chiude con un pezzo dalle sonorità ricercate: è una canzone cantata, inizialmente, a bassa voce e accompagnata da un sound che va crescendo sempre di più.

Gran Avenue è la track in cui c’è dentro di tutto, si passa dal folk (caratteristica primaria dello stile dei bresciani Annie Hall) al rock, alle sperimentazioni psichedeliche per ritornare alle tonalità pop (che per altro caratterizzano l’intero album!).

Se la band bresciana aveva ancora qualcosa da dimostrare, l’ha dimostrata proprio con questo album, Annies, per l’appunto, che, al di là dell’originalità (che c’è), dimostra di essere compatto, unico, senza discrepanze e soprattutto dimostra di “sapere provocare reazioni”. Bravi, Annie Hall. Veramente bravi!

Gli Annie Hall sono: Fabio Dondelli, Andrea Abeni, Gabriele Ponticiello, Massimiliano “Budo” Tonolini.

Track List

  • FOR YOU
  • SUITCASE
  • BEAUTIFUL MIND
  • MEANINGLESS
  • PLACE TO HIDE
  • HOMESTEAD
  • SHOOTING STAR
  • AIRSTRIP ZERO
  • MERRY-GO-ROUND
  • GRAND AVENUE