Gli Isolati Fenomeni ripartono con

Gli Isolati Fenomeni ripartono con "Asteroidi"


02/03/2017 - News di ginger

Arriva dopo dodici anni dal primo progetto discografico, il secondo album della band Isolati Fenomeni, (Loredana De Falco : voce; Alessandro Conforti : synth, piano, tastiere; Eugenio Cerocchi: chitarre; Aldo Cavallo : basso ; Leonardo Pasquino: batteria)dal titolo "Asteroidi", totalmente autoprodotto, che si presenta con un'inedita veste che supera il vecchio cd e guarda verso l’innovazione e l’unicità.  Le undici tracce sono infatti contenute in un'originale usb personalizzata che diventa oggetto da collezione e ricrea il logo della band, un simpatico missile pronto ad esplorare nuovi mondi. Ed è il viaggio, il tema portante anche del nuovo disco e ciò si evince fin dal titolo " Asteroidi", appunto. Un viaggio che è innanzitutto fatto dai km macinati dalla band che, in questi ultimi dieci anni, ha suonato in lungo e in largo per i locali e festival del Bel paese, dando priorità al territorio campano e romano, per poi approdare in sala di registrazione ed incidere finalmente nuove canzoni da proporre. I brani sono firmati da Fabio Ceccangeli, Loredana De Falco, Lucilla Raponi e Fabrizio Alesse. Anche se, alcuni dei componenti della band ed in particolare la cantante, proviene da un background folk, le tracce sono tutte in italiano e manca il suono della lingua napoletana che avrebbe dato al progetto quella nota folk che avrebbe reso il sound più identitario. Ma l’intenzione va al di la’ della territorialità e questo si evince dalla presenza di due brani “Maladie” e  “Defenderse”, rispettivamente in francese ed in spagnolo. Una scelta che esclude la lingua inglese ( forse una lungimiranza in vista della Brexit), ma che sicuramente, cela delle intenzioni che, per il momento, sono ancora da tutte da sperimentare, almeno per quel che concerne l’indice di gradimento radiofonico. Ma diamo tempo al tempo, la scelta di inserire le due lingue neolatine potrebbe essere la forza di due pezzi destinati a conquistare il mercato straniero, quello delle hit estive o ancora, i due brani potrebbero suggerire quell’aura colta che potrebbe distinguere la band dalle scelte di mercato commerciali. Le sonorità del disco sono variegate e la band si destreggia dal pop al rock, passando per il jazz e le atmosfere vintage degli anni Settanta /Ottanta, seguendo lo stile non stile che li definisce, ovvero un Unclassifiable vintage pop. Certo da una band così variegata, in cui ogni fenomeno ( ogni componente della band sarebbe un mondo a se’ di esperienze musicali che si sono poi fuse con gli altri musicisti, dando vita alla band) ci si aspetterebbe temi scabrosamente intrisi da tinte forti o per lo meno più differenti tra loro, ma il tema dominante sembrerebbe essere proprio l’amore, quel grande motore che fa girare il mondo. A parte “ Eroi invisibili” , il brano dedicato agli eroi della lotta contro le mafie, ed uscito in occasione dell’ ultimo anniversario della strage di via D’Amelio, del singolo  “Eroi invisibili”, il disco sembra essere un lungo viaggio per le strade del cuore che batte ora melanconico, ora frenetico, ora rock. L’album è disponibile, oltre che in download e streaming, sulle principali piattaforme digitali.