MARCO IANTOSCA:

MARCO IANTOSCA:


12/02/2020 - News di alternativeMusic

Marco Iantosca & Hot Ice: dal 24 Gennaio il nuovo singolo “NON”

Una storia d’amore ma “NON” solo : 

un racconto di musica e amicizia dal Venezuela a Venezia

Ad anticipare il nuovissimo album di Marco Iantosca “TRA SOCIAL E REALTA’”,  si tratta di NON, brano prodotto tra Italia e Venezuela, come l’intero disco di cui farà parte. Oltre alla rinnovata collaborazione con il rapper Hot Ice, sono presenti anche eccellenti musicisti come Rolando Núñez e Victor Paredes,  Mario Barbati, i cantautori Francesco Renna (chitarra acustica) e Simone Vignola (basso), il batterista Pasquale “Kandyman” Tomasetta, Marco Ruggiero in cabina di regia e alle tastiere e Antonio Daniele alla chitarra elettrica.

La storia di questo progetto parte nel 2016 quando Marco arriva al Vp Studio de Grabaciòn presso Cabimas, in Venezuela, e che viene riassunta in un video che documenta brevemente, ma in maniera essenziale, il lavoro svolto tra Italia e Venezuela. Filmati interviste, immagini backstage, il tutto, diretto dallo stesso regista, James Dawson, del videoclip ufficiale del brano, girato a Venezia appunto, esperienza anche questa testimoniata nel video e che lega due terre lontane ma, accomunate dalla bellezza e dall’attrazione che rivestono.

Del resto, per una canzone d’amore, come non scegliere Venezia, quale location ideale, un luogo romantico e suggestivo, ricco di storia e di cultura. E di culture Marco ne ha incontrate tante in questo viaggio, che “non”  è solo un viaggio nello spazio, come lui stesso racconta nel video-documentario: la musica permette un continuo  viaggio nel tempo, nelle emozioni, rinnovate e suggellate poi nelle note di una canzone che assembla i ricordi.. Simpaticamente, sempre nel documentario, i musicisti incontrati alludono alla curiosa tecnica del “mandolinato”, portata da Marco in Venezuela , questo e altri aneddoti fanno intuire quanto la musica riesca ad avvicinare culture tra di loro diverse, nonostante una guerra civile che sta devastando il paese e di cui si sa ben poco in Italia. Ma NON è solo guerra: c’è l’amicizia che, da un incontro casuale, in negozio di musica, si tramuta in una collaborazione artistica stimolante e formativa da ambo le parti. L’incontro con Victor Paredes (Tecnico del suono e polistrumentista) e Rolando Núñez  (chitarrista) diventa infatti il punto di partenza per un progetto che raccoglie rare influenze, tra cui la già ricordata partecipazione con HOT ICE; il quale racconta di come sia stato subito catturato dal sound del brano, decidendo  di scrivere una strofa e alcuni interventi anche nel ritornello e creando poi un  gioco tra le prime, seconde terze voci. Tra cultura latino americana e italiana dunque,  un’occasione unica per un cantautore indipendente che ha avuto modo NON solo di rinnovare le sonorità del suo stile, ma di aggiungere al suo viaggio, nuove avventure e nuovi avventurieri.

 

 

Sonia Bellin