"Thunderdance" Intervista con Damiano Biasutto, Heavy Metal Strumentale, il creatore del marchio e "Wingedarkus".


23/08/2019 - News di Red Owl Management

Abbiamo incontrato e fatto due chiacchiere con Damiano Biasutto (Tolmezzo, UD, 13/03/1996) è un chitarrista e compositore Heavy Metal Strumentale, ci racconta che Il suo progetto individuale e personale inizio nel novembre 2015, poi nel gennaio 2017 creò il marchio e sito personale "Wingedarkus", con lo scopo principale di far conoscere e apprezzare i progetti personali e dare risalto al genere Metal Strumentale, troppo ignorato , e dargli la giusta considerazione nel mercato. Il 31 agosto del 2016 è uscito l'album di debutto "Evocation of Restlessness" e nel 2018 è stata pubblicata la versione rimasterizzata. Il 22 aprile 2019 è uscito ufficialmente il primissimo singolo "Thunderdance" e sta lavorando con entusiasmo e interesse al secondo album, previsto verso il 2020 per la pubblicazione.

INTERVISTA CON DAMIANO BIASUTTO

Damiano raggiungere un proprio stile e identità, quanto è importante per un musicista?

È molto importante perché l’identità la si crea attraverso le proprie idee, convinzioni e mentalità ed è una ricerca personale che plasma il proprio personaggio artistico e permette di distinguersi dagli altri. Cose fondamentali sono anche la fantasia e la creatività.

Il tuo artista/band preferito/a che è stato fonte di ispirazione della tua musica?

È sempre molto difficile spiegare le ispirazioni che mi hanno portato ad adattare un determinato stile di composizione. Ho ascoltato e continuo ad ascoltare ogni genere di artisti e band nel mondo del rock e del metal. Come artista però, devo farmi un nome e quindi, devo valutare e scegliere di intraprendere uno stile personale, ciò che viene da me stesso e che, così come per tutti gli artisti, avranno sempre influenze di altri artisti. Non posso dire quali hanno influenzato il mio stile, posso solamente dirvi che il giudizio sarà sempre dell’ascoltatore, non sono in grado di dire con precisione quale influenza ci sia nei miei brani. Io penso solamente a creare musica di mia spontanea origine con le mie conoscenze apprese col tempo e l’esterno valuterà l’opinione più plausibile.

Il miglior album di tutti i tempi?

Storicamente, se si parla di album più famoso e conosciuto del mondo, è “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band” dei Beatles. Ci sono molti grandi album: “Thriller” di Michael Jackson, “The Dark Side of the Moon” dei Pink Floyd, “Back in Black” degli AC/DC, “Black Sabbath” dei Black Sabbath, e molti altri, ma se la domanda fosse stata "Qual è il tuo album preferito in assoluto?" avrei risposto senza alcuna esitazione “A Night at the Opera” dei Blind Guardian.

Una frase o una citazione che non dimenticherai mai?

“Lo sputo vien meglio quando c’è più saliva in bocca.”

Se non avessi fatto l’artista, cosa avresti fatto nella vita?

Nella vita, nel mio caso, non sempre ci sono state scelte o desideri precisi per prendere una strada, so solo che la musica ha prevalso più di tutti gli altri voleri. Avevo intenzione di fare tutto e niente. Col tempo ho capito che la vita non è fatta solo di libertà, edonismo o ribellione come tanti artisti spesso nominano, ma è fatta di rinunce, sacrifici e realtà. La musica per me, attualmente, è un divertimento e sto proseguendo in questo ambizioso progetto per farlo diventare un chiodo fisso, ma come guadagno e sostentamento veritiero ho un lavoro e ho fatto gavetta in diverse aziende con contratti in scadenza, così come sarà in futuro perché dovrò continuare a girare tutte le zone industriali per trovarmi un posto per mantenermi e farmi una base solida per il mio futuro. Lo fanno tutte le persone normali e spesso con ciò che guadagno, sia in denaro che come esperienza, lo utilizzo per migliorarmi e crescere come musicista e come persona.

Hai dovuto compiere molti sacrifici per arrivare dove sei ora? Il gioco è valso la candela?

In realtà non ho proprio “faticato” per arrivare fino ad adesso, forse in termini di lavoro e progettazione mi sono e tuttora mi sto impegnando a migliorare e ciò porta a sacrificare un bel po’ di tempo, perché è più un lavoro di pazienza e attenzione. Comunque tutto sommato, ho proseguito con pochi problemi e sto ottenendo buoni risultati.

Spiega la tua arte in una frase o, ancora meglio, in una parola.

“Un sentimento di umile aggressività senza voce alcuna”.

Parlaci, Damiano, dell’ultimo singolo “Thunderdance”.

Thunderdance è un brano che avevo iniziato a comporre verso novembre e dicembre 2018, pubblicandolo ufficialmente il 22 aprile 2019. Grazie a questo brano sto ottenendo una buona pubblicità e lo sto proponendo in diversi spazi radiofonici e web. È un brano che, inizialmente, lavorai da solo, poi collaborai con un musicista professionista per migliorare la traccia. Il risultato è ottimale e ne sono orgoglioso.

Ma stai anche lavorando sul prossimo album. Anticipaci qualche news.

È da diversi mesi che ci sto lavorando, dopo la conclusione dei lavori per il singolo. Ho già composto e registrato cinque brani e sto lavorando al sesto. Per ora non dirò il nome dell’album e non rivelerò quando sarà pubblicato, al massimo entro il 2020. Un po’ per tenerlo una sorpresa e un po’ anche per valutare le situazioni di migliorie, dipende dai progetti.

Saluta Independent Radio e i lettori.

Màndi e buìnis a ducj.

 

 

Link SoundCloud: https://soundcloud.com/damianobiasutto

Link Instagram: https://www.instagram.com/damiano.biasutto/

Link Canale YouTube personale: https://www.youtube.com/channel/UCr0zDeJ8D24RkkBpUEw_seg?view_as=subscriber

Link Wingedarkus Official Website: https://wingedarkus.com

Link Wingedarkus Radio Station: https://www.spreaker.com/user/wingedarkus

Link Wingedarkus Facebook Page: https://www.facebook.com/Wingedarkus/

Link Wingedarkus YouTube Channel: 

https://www.youtube.com/channel/UCTbRTaKR_cE0wWIfJUUjWUg

 

 


Per ulteriori informazioni: https://wingedarkus.com