Lola & The Workaholics

special

Lola & The Workaholics Il video di Habanera in anteprima

28/06/2020 di Ambrosia J. S. Imbornone

#Lola & The Workaholics#Emergenti#Alternative

La band rivisita la celeberrima aria della Carmen in modo molto personale, tra world, pop e gipsy, cantato e recitato teatrale, violino e beat coinvolgente.
Nuovo singolo e video per Lola & The Workaholics, progetto il cui album di debutto Romance è stato pubblicato a novembre 2019. Il brano si intitola Habanera ed è così presentato:

“Una tipica villa ottocentesca in stato di abbandono, è lo scenario di Habanera. Una originale rivisitazione dell'omonimo brano tratto dal libretto della Carmen di Bizet. Un'ondata di freschezza tra suoni classici e Pop con Lola, vera mattatrice della situazione, a dimostrazione di come una vecchia opera lirica possa rivivere in un paradigma più contemporaneo”.

La villa, tra solai pieni di vecchi libri, soffitti, vecchi affreschi e pavimenti impolverati, specchi e macerie, sembra rappresentare un luogo di contatto tra passato e presente, uno spazio abitato dal mistero e dal fascino di un’altra epoca che viene ripopolato dalla musica e dalla verve di Lola, aka Aurora Cosimi Loffredo, e della band. La cantante reinterpreta il brano in modo molto personale, che alterna cantato a un recitato/parlato fascinoso e a cenni di canto lirico sinuoso; il testo è quello originale dell’aria dell’atto I scena quarta dell’opera, che sottolinea la natura capricciosa, ribelle e sregolata dell’amore: “L’amour est enfant de bohème, / il n’a jamais connu de loi”. Il violino riprende pure la partitura del classico, ma il pezzo è rinnovato, brioso, inaspettato e mescola un allure world a un pop “circense” e un beat coinvolgente.



Nell’album Romance il produttore Giancarlo Di Vanni ha fuso dub, reggae, dubstep, funky, gipsy e altro, in “un sound polivalente che riesce a far convivere, felicemente, beats, violino, chitarra e basso al servizio di Lola, una voce potente, un personaggio che non tarderà ad imporsi”. La dimensione performativa è infatti fondamentale per Lola, che dà il meglio di sé live con la sua voce e i suoi costumi di sua ideazione, che vediamo accendere anche questo video di colori e materiali affascinanti, tra piume, veli e fiori. 

Lola & The Workaholics
Line-up
Aurora Cosimi Loffredo Vocalist
Giancarlo Di Vanni Producer Dub Master
Rolando Calabró Bass
Steve Lunardi Violin
Federico Silvi Guitar


BIOGRAFIA
Se si guardasse dall’alto il fosso che circonda la Fortezza Nuova di Livorno si vedrebbe vagamente l’immagine di un cuore; infatti è proprio da lì che nascono le sonorità provenienti da mondi culturali differenti che si interfacciano in uno dei quartieri più antichi di Livorno. Un luogo che, ieri come oggi vede passare volti di ogni forma e colore. Il gruppo nasce dall’esigenza di formare un’orchestrina dub aperta alle contaminazioni più svariate, pezzi originali ed arrangiamenti arditi di alcuni brani anni ‘70, divertenti ed ironiche contaminazioni.

BIOGRAFIA DEI MEMBRI DELLA BAND


Aurora Cosimi Loffredo aka Lola
Studia canto lirico e frequenta studi artistici, partecipa come corista a programmi televisivi su Rai2 come "Insabbiati". Nel 2008 si esibisce in "Toy Box" entrando a far parte di Fabbrica Europa. Corista in tournée con Badara Seck, fonda con lui l'ensemble Badamj e si esibisce in festivals come “Festival au Desert” (presenze d'Africa), canta a fianco di artisti come Cheick Tidiane, e Ammanar. Membro senior dal 2009 di Roots & Routes partecipa a numerose residenze artistiche in varie città europee. Artista poliedrica, frequenta varie forme d'arte, dalla danza al visual. Diplomata come Peer coach e Performer in Danimarca si esibisce in vari festivals come Tsziget Festival a Budapest. A Berlino collabora in performance d'improvvisazione a fianco della coreografa giapponese Minako Seki. Dopo aver militato in varie formazioni attualmente si esibisce con Sergio Brunetti nello spettacolo musicale "Italia - USA anni '20", collabora con l'orchestra Jazz di Pisa di Silvia Bolognesi ma, soprattutto, compone e arrangia i brani gruppo dub Lola & the Workaholics.

Giancarlo Di Vanni
Percussionista con i Tabia, gruppo Reggae Soul molto in voga nella scena Caraibica degli anni 90 di base nelle Cayman Islands. Tornato in Italia, dopo varie collaborazioni, si unisce ai Working Vibes come percussionista/producer con cui rimarrà per circa 10 anni. Durante e dopo questa esperienza approfondisce le proprie competenze affiancando a più riprese maestri come Dennis Bovell, Carlo Ubaldo Rossi (RIP), Ciro Princevibe Pisanelli, Federico Cioni ecc. Collabora con Negrita e Roy Paci. Attualmente è dubmaster e produttore artistico con i Lola & The Workaholics.

Stefano Lunardi
Ha suonato diretto dal maestro John Cage con il gruppo di improvvisazione diretto dal violoncellista Tristan Honsinger per progetti finanziati dal comune di Amsterdam e Berlino. Ha frequentato masterclass di musica a jazz con il violinista Jean Luc Ponty. Ha collaborato con compagnie di danza teatro e arte visiva. Ha suonato con gruppi Gnawa e Indiani per progetti finalizzati alla ricerca sull'improvvisazione finanziati dal comune di Berlino. Attualmente suona con Bobo Rondelli.

Federico Silvi
Compositore e visual artist di Livorno, milita in altre band livornesi come The Jackie-O's Farm, con i quali ha 2 dischi e un EP all’attivo ed una candidatura al David di Donatello 2014 nella categoria “canzone originale” per un brano inserito nel film di Paolo Virzì "Il Capitale Umano”. È inoltre chitarrista nell’album “Dancing with Viga” dei Mandrake.

Rolando (Rolli) Calabrò
Diplomato al conservatorio di Lucca in contrabbasso. Ha suonato con varie orchestre lirico sinfoniche e vari gruppi reggae tra cui Guerrilla farming, Roots United. Attualmente impegnato con Lola & The Workaholics, Trench Town Train e vari progetti della scena Jazz e World Music a Livorno.


Link
Facebook
Instagram
YouTube
Ufficio stampa Promorama