Spittle Records

special

Spittle Records Ristampe solo in vinile per la Spittle Records

20/07/2020 di Marcello Matranga

#Spittle Records#Rock Internazionale#Alternative

Nasce nel 1984 grazie alla realizzazione della compilation “Goot From The Boot” (vera e propria pietra miliare per la scena Hard-core, ma non solo, italiana). Spittle si prefigge subito come obbiettivo la pubblicazione di dischi per artisti del panorama punk e new wave italiano. L’etichetta, nella sua versione originale, chiude i battenti prima della fine degli anni ottanta, ma non senza aver prodotto artisti degni di nota (Limbo, Not Moving, Neon, tra i tanti altri). La Spittle Records, grazie al suo fondatore Simone Fringuelli, rinasce nel 2005 all’interno di Goodfellas con la ristampa in doppio CD della versione espansa di “Goot From The Boot”. La Spittle 2.0 è dedita alle ristampe (non solo del proprio catalogo originale, ma anche e soprattutto di altri artisti legati alla scena punk/new wave degli anni 80) e alla ricerca e proposizione di quanto a suo tempo rimasto nascosto o semi-nascosto (ottimi esempi di questo lavoro sono le compilation sulle varie scene di quegli anni e il progetto 391). Meticoloso è il lavoro di rielaborazione, di remastering e di rivisitazione delle copertine – quasi sempre in collaborazione con gli artisti coinvolti – per dare nuova vita a produzioni che possano essere scoperte, o riscoperte, dai numerosi appassionati della musica anni ’80.
Ecco le ultime preziose uscite, lo ricordiamo, solo in vinile, niente streaming.

GILBERT/LEWIS/MILLS - 'Mzui'
Originariamente concepita per un'installazione multimediale, la musica contenuta in questo album rappresenta uno dei primi passi di Lewis e Gilbert nel loro immediato periodo post-WIRE. Con lo split della band nel febbraio 1980, il duo iniziò ad adottare un approccio più esplorativo attraverso vari progetti (Dome, Kupol ...). È così che iniziano a lavorare all'installazione multimediale Mzui, una sorta di lavoro in corso in evoluzione, concepito Waterloo Gallery di Londra nell'agosto 1981. Insieme all'artista Russell Mills (noto grafico il cui nome è stato spesso associato alla 4AD) i due hanno costruito uno spazio immaginario in cui sculture, oggetti trovati, suoni d'atmosfera e reazioni del pubblico erano componenti della stessa esperienza multipla. Qualche tempo dopo Cherry Red Records propose un progetto basato sulla rivisitazione degli stessi nastri. L'intero album originariamente pubblicato nel 1982, parla della nozione di suono come paesaggio e del paesaggio sonoro come guida per una forma estesa di ascolto ed esperienza sonora unica. Non un concetto molto diverso dagli esperimenti ambientali di Brian Eno dello stesso periodo, ma meno lirico e più orientato all'oscurità urbana. Per troppi anni fuori catalogo, finalmente rimasterizzato digitalmente, ecco la prima ristampa in vinile di questo storico album. Come per la sua prima uscita nel 1981, il disco viene confezionato in un foglio stampato a 12 "pieghevole di sei pagine con foto in una semplice foderina nera, all'interno di una copertina in PVC trasparente. Ristampa limitata a 500 copie.
 
GOOD MISSIONARIES (Mark Perry degli Alternative TV) -  'Fire From Heaven'
Nati dalle ceneri degli Alternative TV, The Good Missionaries incarnavano la nuova e avanzata visione Experimental-Post-Punk di Mark Perry. Evitando tutti i tipi di cliché rock, Perry si è progressivamente orientato verso forme di musica senza compromessi. Un'area totalmente nuova in cui le sue solide radici punk si sono confrontate con un approccio più libero e radicale al materiale sonoro. Durante la loro vita i Good Missionaries hanno divisio il palco con altre formazioni seminali e fuori dagli schemi come The Fall, Pop Group, Crass, Scritti Politti ... Registrato dal vivo nel loro tour del 1979, Fire from Heaven arriva come prova tangibile dell'energia esplosiva della band sul palco. Un mix contagioso di rumore elettrico, risoluti atteggiamenti punk e Groove scarnificati. Questa nuovissima edizione rimasterizzata digitalmente è la prima ristampa in vinile ufficiale dal 1979 ! Da non perdere.
 
V/A -  'Rockgarage Compilation Vol. 1-2-3-4' (in collaborazione con Materiali Sonori)
 
Ecco l'imperdibile documento sonoro di una delle prime fanzine sotterranee degli anni Ottanta in Italia! Ai tempi, Rockgarage era il frutto del lavoro di un gruppo di giovani appassionati di musica della zona di Venezia. Tutti già attivi nella scena delle radio libere locali, stanchi della monotonia della vita e disposti a mettere tutta la loro energia e creatività in un progetto diverso. Una nuova rivista sonora basata su contenuti di qualità e alto profilo musicale. Un totale di sei numeri sono stati pubblicati tra il 1982 e il 1984 insieme a tre 7 "e un LP. Un lavoro straordinario che dopo quarant'anni è ancora una delle migliori produzioni autoprodotte sulla scena musicale italiana dell'epoca. Tutta la produzione musicale di Rockgarage è in questa importante raccolta, un doppio album con band fa loro modo famose, oscure e leggendarie: Diaframma, Frigidaire Tango, Degada Saf, Plasticost, Death in Venice, Funkwagen, Detonazione, 2 + 2 = 5 , Modern Model, Wops, Ruins, Premesuzette, Pyramids e Go Karts. Un ampio ed eclettico mosaico sonoro basato su elementi Electro-Post-Punk-Jazz-Funk. Tornate a rivivere un periodo dinamico e appassionato della nostra storia e controcultura, attraverso l'impulso energico della New-Wave italiana !