Nimby

Nimby

Il video di Opacità


18/02/2018 - di Ambrosia J. S. Imbornone
Dall`album "Nimby II", in uscita il 24, il nuovo video della band calabrese, un brano alternative rock, un inno alla musica che oltrepassa le barriere tra passato, presente e futuro, come il video, che mescola immagini retrò e futuristiche, tra navicelle spaziali e grammofoni.
Uscirà il 24 febbraio il secondo album della band calabrese Nimby, formata da Tommaso La Vecchia (voce, chitarra, synth), Aldo Ferrara (chitarra, cori), Francesco La Vecchia (chitarra, cori), Stefano Lo Iacono (basso, cori), Simone Matarese (batteria) e Raffele De Carlo (flauti, cori). Il gruppo presenta l’album con queste parole:Nimby II è un disco dal suono autentico e sincero, figlio della musica alternativa anglosassone degli anni ’90 e dei primi del 2000, ma che crea una linea di congiunzione con la cultura musicale italiana grazie a liriche surreali, visionarie e contemplative”. Oggi vi presentiamo il video del secondo singolo che anticipa il disco, Opacità, un brano che sembra riallacciarsi al rock alternativo, internazionale e italiano (in primis si direbbe ai Marlene Kuntz), con punte che si fanno quasi stadium. Il pezzo, a detta della band, “è un inno al potere della musica che squarcia il doppio velo posto tra l’attimo presente, il passato e il futuro, trascendendo la malinconia e il desiderio di cogliere l’essenziale”. Il video, diretto da Arco Parentela e nato a partire da un’idea di Tommaso La Vecchia, si muove in queste dimensioni temporali anche grazie al fatto che i bambini che appaiono sulla copertina del cd, curata da Andrea Grosso Ciponte, professore dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro. “prendono vita” e diventano animazioni: così le figurine retrò si muovono sullo sfondo di scenari spaziali, tra guerre e industrie, stelle, biglie, navicelle, punti interrogativi e un grammofono, che spande onde colorate. Proprio in questo antico strumento di riproduzione musicale è intrappolata la band, a causa dell’intervento di una chiromante e maga, emblema dei tranelli che possono consentire di perdere l’essenziale.

Il nuovo album del gruppo calabrese si intitola Nimby II, uscirà per La Lumaca Dischi in collaborazione con Overdrive Rec e si è avvalso della produzione artistica di Manuele Fusaroli (Nada, Tre Allegri Ragazzi Morti, Il Teatro degli Orrori, One Dimensional Man, Karate); il lavoro è stato inoltre registrato e mixato al NaturalHeadQuarter Studio di Corlo (FE) con l’assistenza al banco di Federico Viola.



Credits e contatti

Regia: Arco Parentela
Effetti: Ludwig Parentela
Riprese: Salvatore Paravati
Trucco: Viviana Stancanelli
Interpreti: Giorgia Boccuzzi, Tommaso La Vecchia, Laura Stancanelli
Hanno partecipato Bella, Andrea Grosso Ciponte, Mariella Lazzaro, Nimby, Giuseppe Nisticò, Marika Raffaele, Mariangela Rotundo, Fabrizio Rotundo, Laura Trapasso
Produzione artistica: Manuele Fusaroli
Produzione esecutiva: La Lumaca
Dischi: lalumacadischi@gmail.com  
Overdrive: info@over-drive.it  
Booking: Spaghetti Sunday sundayspaghetti@gmail.com  
Executive Manager: Gianluca Fulciniti
Ufficio stampa: Gabriele Lo Piccolo info@gabrielelopiccolo.It  
Amygdala Studio: s.paravati@gmail.com  
Arco Audio Video: arcoparentela@gmail.com

Biografia

Nata nel 2009 da un’idea del frontman Tommaso La Vecchia e del chitarrista Aldo Ferrara, la band era composta da Marco Parentela al basso (4 Gradi Brix, Gioman) e Antonio Guzzomì alla batteria (Meat For Dogs, Bretus). Così composta, la band ha autoprodotto nel 2010 il primo EP, A Glimpse of World Seen Thru the Eyes of an Old Tree. Nel settembre del 2011 viene realizzato anche il primo videoclip della band per il singolo Summer, girato dal regista calabrese Matteo Scarfò. Dall’ottobre del 2011 Gianluca Fulciniti sostituisce Antonio Guzzomì alla batteria, mentre il bassista Stefano Lo Iacono subentra a Marco Parentela. Per la realizzazione del primo disco si aggiungono il flauto traverso di Raffaele De Carlo e il fratello di Tommaso, Francesco La Vecchia, come altra chitarra per dare la possibilità a Tommaso di andare alle tastiere. Nel 2012 sono finalisti di “Italia Wave Calabria”. Sempre nello stesso anno, tra la primavera e l’estate, i Nimby organizzano un tour prima della lavorazione del disco, suonando nei locali underground più attivi del meridione.
In aprile 2013 esce l’album, Not In My Back Yard: 40 minuti di alternative rock a tinte psichedeliche; registrato, mixato in uno studio mobile, dal produttore artistico Fabio Magistrali (Afterhours, One Dimensional Man, Rosolina Mar), presso la foresteria del Parco Museo Laboratorio “MuSaBa” (Mammola, RC) dell’artista di fama internazionale Nik Spatari, la cui opera “Uccelli”, insieme ad altre due opere, ha impreziosito la veste grafica del CD, completamente autoprodotto. Il 10 agosto 2013 la band organizza sempre al MuSaBa, in collaborazione con il Parco Nazionale d’Aspromonte, il Festival “Terra-Cielo” dedicato alla notte di San Lorenzo suonando per quella sera tutto il disco registrato lì qualche mese prima.

Subito dopo l’uscita del disco Gianluca Fulciniti, pur avendo lasciato per motivi personali il posto al nuovo batterista Simone Matarese (Meat For Dogs, Bretus), rimane comunque nel progetto contribuendo alla produzione esecutiva della band. Nel 2014 suonano al Festival della città di Cosenza “Invasioni”, per la proiezione in anteprima di “BOMB, Fantasia in Fiamme”, regia di Matteo Scarfò, dedicato alla vita e alla poesia di Gregory Corso (Beat Generation). Tra le musiche del film vi sono alcune delle tracce del primo LP mentre Aldo Ferrara ha realizzato insieme ad altri musicisti e artisti il resto della colonna sonora.  Negli anni i NIMBY hanno condiviso il palco con gruppi come Jeniferever, Kutso, Hacienda, Miss Fraulein, Kyle, Scarma, Octopus, Saint Just, etc.