Ex (avellino)

Ex (avellino)

Alta velocità in free download


17/06/2018 - di Ambrosia J. S. Imbornone
Un “amplificatore omeostatico” che aumenta artificialmente il benessere psicologico, alienando dalla realtà; una vita che scorre placidamente senza senso, mentre i sogni scivolano dalle dita come granelli di sabbia; un pezzo che musicalmente oscilla tra rock indipendente italiano storico e nuove tendenze con morbidezze blues nel cantato: questo e altro è il nuovo singolo della band avellinese degli EX, che anticipa l’album Bumaye.
Dopo un EP, gli EX, band rock blues della provincia di Avellino, tornano con un nuovo singolo che anticipa il loro primo album: si tratta del brano Alta velocità che annuncia il disco Bumaye. La canzone è presentata con un testo inquietante e fantascientifico che anticipa un po’ l’atmosfera del pezzo:
A partire dal 1989 nel mondo occidentale molte persone scelgono di convivere con l’amplificatore omeostatico MKE-2700 della Kellan Imaging Corp. Commissionato nel 1987 dal Forum Economico Mondiale a Davos su impulso dell’amministrazione Reagan e Tatcher, è approvato su tutti i territori CEE. E’ stato messo in commercio allo scopo di aumentare il benessere psicologico delle popolazioni occidentali: sempre più soggette ad uno stile di vita schiacciato dai ritmi di produzione-consumo e da un costante richiesta di successo individuale.
“So cosa faccio, ma non so il perché”. Alcuni soggetti, nel tempo, hanno lamentato un eccessivo distacco dalla realtà. Casi archiviati come manifestazioni isolate puramente sediziose.
Attraverso impulsi di onde Delta (2,5-3Hz) caratteristiche del sonno profondo, viene esercitato sul cervello un processo artificiale di SGA (Sindrome Generale di Adattamento) calibrando l’omeostasi del soggetto (equilibrio interno) all’ambiente esterno. Viene stimolato quindi uno stato di “benefica inconsapevolezza”, utile a filtrare il mondo reale e quindi a ridurre l’impatto di fattori stressori.


Morbidezze del blues nelle linee vocali, musica e metriche in bilico tra storico rock indipendente italiano e nuove tendenze, un arrangiamento che dosa bene sottrazione e addizione di suoni con l’ingresso di chitarre e batteria: questo brano passa da momenti dalle sonorità essenziali a quelli più grandiosi. La canzone appare una riflessione su una vita anestetizzata, priva di un senso e di una meta, o meglio lanciata ad alta velocità verso il niente. In un contesto di falso benessere e pericolosa inconsapevolezza, che si fa in qualche modo soffocante apatia, non sembra possibile raggiungere obiettivi e realizzare sogni: tutto prende la forma di granelli di sabbia che sfuggono via dalle dita. In questa folla corsa insensata, schiantarsi non è visto come un rischio che spaventa, ma persino come una possibile liberazione. Potete scaricare o ascoltare il singolo Alta velocità qui sotto:



L’album Bumaye è presentato come “un campionario di sconfitte e di sconfitti”, con “storie diverse che parlano una lingua comune: quella di chi è vinto, da tutto e da tutti”. In questo senso il disco diventa

“uno sguardo su quello che non vogliamo vedere, in noi e intorno a noi”, ma anche “un grido, una rivalsa su quei demoni che da dentro provano a vincerci ogni giorno ma sui quali possiamo, invece, riuscire finalmente ad averla vinta noi”.

Biografia

Gli EX nascono in un garage della provincia di Avellino con una chitarra e una batteria sognando il rock`n`roll.
Alla fine scrivono delle canzoni.
Nascono come duo rock blues (in italiano) con influenze cantautoriali e pubblicano il loro primo ep prodotto da Rolling Stone Italia nel 2015.
Aprono tra gli altri i concerti di I Ministri e One Dimensional Man.
L`uscita del primo disco, prodotto da Smav Factory e registrato presso il Monnalisa Studio sotto la guida di
Federico Carillo, prevede l`allargamento della formazione per poter esplorare un sound più vario e inclusivo delle influenze emerse durante la lavorazione del disco. Il titolo del disco è Bumaye.

Crediti del disco

Produzione a cura di Salvatore Gaudino, Federico Carillo, Davide Andreozzi, Gabriele Troisi
Registrato presso il Monnalisa Studio di Milano
Mixato da Federico Carillo presso il Monnalisa Studio
Master a cura di Giovanni Versari


Line Up

Gabriele Troisi - voce, piano, chitarra elettrica
Daniele Carullo/Giuseppe De Vito - batteria, voce
Marco Emilio Aversano - chitarra elettrica, tastiera
Salvatore Gaudino - basso

 

Contatti

Facebook
Instagram
YouTube

 

Ufficio stampa

Costello’s
Simone Castello
http://www.costellos.it/costebooking@gmail.com