Letters Of May

special

Letters Of May L'EP LoM in anteprima

16/06/2022 di Ambrosia J. S. Imbornone

#Letters Of May#Emergenti#Alternative

Potete ascoltare in anteprima sul nostro sito un EP molto suggestivo, quello del gruppo fiorentino Letters of May, le cui parole chiave sembrano intensita', intimita', sogno e poesia. Cinque tracce delicate, immaginifiche e pensose con arrangiamenti essenziali tra space folk, qualche tocco elegante di sax e persino qualche sfumatura prog o post-rock.
Vi presentiamo in anteprima un EP molto suggestivo e interessante, quello del gruppo fiorentino space folk Letters of May, cinque tracce in cui vibra un’atmosfera pensosa e incantata, delicata e malinconica; il lavoro si intitola LoM, ed è in uscita domani, 24 giugno, per Elastica Records con distribuzione The Orchard / Costello’s. Ecco come è presentato:

“I Letters of May rilasciano un EP molto denso, quasi spoglio all'apparenza eppure profondamente stratificato, compatto ma vario (in una tracklist così breve troviamo ben due suite e testi sia in italiano che in inglese).
Un flusso continuo retto solamente da voce, basso, chitarra, sax e da una batteria “ospite” in un paio di momenti. Eppure c'è tutto. C'è un mondo affascinante, con regole sue, in cui è un vero piacere perdersi.
È un EP quasi cinematografico, perché queste canzoni fanno evadere, tratteggiando immagini nella mente dell'ascoltatore, come succede con i film più riusciti e coinvolgenti. Ascoltando questi brani sembra di trovarsi in certe scene di Lynch, non quelle angoscianti, ma quelle più surreali e immaginifiche. 
Alla fine non è forse questo il senso più profondo di una certa arte? Spostare la prospettiva, deformare il reale per poterlo capire meglio, e superare le apparenze.”

Le cinque canzoni conducono tra sonorità minimali, eppure molto evocative, tra chitarre acustiche o elettriche in evidenza (con arpeggi o riff riflessivi) e bassi sinuosi come pazienti tele di ragno, tra folk e a tratti cenni quasi di post-rock (o persino di ombre post-punk, seppure in arrangiamenti assolutamente essenziali), per un microcosmo musicale le cui parole chiave sembrano intensità, intimità, sogno e poesia. Talora tra gli strumenti fa capolino un sax raffinato e discreto, a rendere ancora più fascinosa ed elegante l’atmosfera, tra i colori di paesaggi reali e dell’animo. È un lavoro piuttosto lo-fi, ma anche questo contribuisce a renderlo interessante, perché si presenta senza filtri o fronzoli; i testi, più che avere una vocazione narrativa, tratteggiano immagini e stati d’animo, che l'ascoltatore può fare e sentire propri. 

Il primo pezzo è stato anche il primo singolo tratto dall’EP ed era così descritto:

Hair traccia i confini di una distesa al tramonto: un prato rischiarato da una luce fioca, ma calda, accarezzato da un vento che spettina l'erba e i pensieri. Una regione delimitata da una voce, un giro di basso, una chitarra elettrica liquida e avvolgente. Nel mondo reale sono quasi sei minuti di canzone. Nel mondo in cui ci hanno portato i Letters Of May questo brano dura appena il tempo di un respiro profondo. «Straniero è il richiamo della foresta che mi circonda, che mi guarda da lontano, calma, silente. Le ombre si stendono chiare sulle mura di questa dimora persa nella campagna. È un pomeriggio d’estate senza data, dentro e fuori la città.»

A chiudere il lotto è invece il singolo più recente, l’unico brano in italiano, La Poesia è Mia:

“Un testo che parla di poesia, di un certo modo di vivere le cose, nuotando dentro e insieme alla propria vita, immergendosi nel flusso di ciò che conta davvero. La band fiorentina disegna atmosfere delicate, in cui il cantato di Khlo si illumina come una stella in una notte in campagna. “La strada nuotava con me” e noi nuotiamo con loro, cullati da una voce calda, da un basso, da una chitarra, da un sax che pennellano note avvolgenti e calde. Non ci sono ritmi frenetici, ma il distacco della riflessione. “Nel fondo perduta nuotando, sulla soglia di antiche visioni, scruto come un selvaggio la vita che è stata e che forse sarà. È presto, è tardi, è sole, in gocce. È vita, è poesia, è la mia”. Special guest: Stefano Bellacci al sax soprano”.

Si tratta insomma di un EP quieto e introspettivo, di sfumature e suggestioni, in cui, tra sonorità acustiche e persino momenti dal sapore vagamente prog, è possibile incontrare la magia della carezza del sole, del vento estivo e di un notturno lunare, o persino la poesia, che si sente come propria.

Tracklist

  • Hair
  • Perfect Insight
  • Summerwinds Suite - Under the Sun
  • Summerwinds Suite - Under the Moon
  • La Poesia è Mia
 

Crediti

Testi e musica: Claudia Khlo Pieralli
Arrangiamenti: Nickolay D. Nickoloff, Mattia Palagi, Claudia Pieralli
Produzione: Letters of May
Registrato tra Castiglione della Pescaia (GR) e S. Niccolò, Firenze
Mix e master: Simone Papi presso Studio M, Calenzano (FI)

Voce, synth: Claudia Khlo Pieralli
Chitarre: Nickolay D. Nickoloff
Basso acustico: Mattia Palagi

Foto: Paolo Pieralli, Laura Ceroni
Artwork: Nickolay D. Nickoloff



 

 

Biografia

Letters of May sono un progetto, ma anche un'esperienza, una visione, una sensazione, un viaggio, come ogni pezzo del loro repertorio, un viaggio dentro il proprio sé, le vite vissute, immaginate e quelle che verranno.
Letters of May sono lettere, messaggi, scrittura di vita e poesia. Il mese di maggio è ricco di fiori e colori, ha temperature incerte, ma protende verso l'apertura totale e viene da periodi più oscuri.
Letters of May sono l'atmosfera di un sogno, di un tuffo nel mare, di un prato al sole, una nota che vibra nell'anima al tramonto, o nel cielo di un mattino inondato di luce.

La ricerca si impronta a un repertorio che accoglie sonorità elettro-acustiche sempre innestate su un impianto saldamente folk, a tratti progressive, con testi di intensa vitalità e variazioni tonali e sonore mai scontate. Tutto questo inciso da una vocalità multiforme e dalle melodie improvvise, tetra e cupa quanto fioca, leggera, soave, distante e intima allo stesso tempo.

Contatti

Spotify
Instagram
Facebook
Costello’s costebooking@gmail.com