Mala

Mala

Il singolo Lince in free download


15/03/2018 - di Ambrosia J. S. Imbornone
Singolo di esordio per il duo torinese, un brano synth-pop che racconta nei suoni e nelle parole uno smarrimento da cui provare a uscire ricercando la nostra essenza piĆ¹ istintiva e felina.
Mala è un duo torinese, nato dal sodalizio artistico tra il cantautore Federico Molisina ed il produttore elettronico Dario Messina. Mala è una doppia prospettiva, su ciò che è e ciò che sembra, sull’illusione e la realtà. I Mala esordiscono con l’album Totocaos che è presentato come “una scommessa”: “Una scommessa sul caos appunto, su tutto ciò che non può essere pronosticabile. È ciò che affrontiamo ogni giorno.È un disco “domestico”. Un po’ perché fatto in casa, sempre solo in due. Un po’ perché si concentra sul “ritorno a casa”, quello dopo una giornata qualsiasi, quello dopo una vacanza, quello dopo anni passati fuori, al freddo, tra la fine della prima e l’inizio di una seconda adolescenza. Vogliamo tornare a casa: riscoprire il tepore delle cose semplici e rassicuranti, anche se siamo ancora attratti dalla sfida del freddo”.
L’album parla allora di “fughe, giudizi e contro-giudizi, malesseri e medicine. Confida nella ricerca di abitudini. Abitudini che perdono utilità troppo presto e spera nel ritorno alla libertà del caos, della natura e dei suoi rapimenti”.
Oggi vi presentiamo in free download Lince, il primo singolo della band, che racconta il disorientamento avvertito anche per le cose belle, che forse durano troppo poco e scompaiono come un profumo sulla pelle, o sentito per il tempo che scorre senza che si trovi un senso per le cose che ci attraversano e attraversiamo; allora ecco la ricerca di una dimensione intima che sia confessione e donarsi qualcosa che si opponga a quel senso di insoddisfazione, quando i sogni e i progetti sembrano perdere i loro contorni e si rischia di non credere più nel futuro. Serve un’ancora in questo smarrimento e forse è da ritrovare negli istinti e non nella routine:
“Lince” tenta di trovare una via d’uscita, in modo semplice. Il percorso però è difficile e tentare di superare le barriere imposte dalla materia è complesso. Questo ci permetterebbe di entrare in contatto con il vero “io” e le energie sottili che governano la vita di tutti gli esseri viventi. Chi possiede questo “totem” risulta indecifrabile, ermetico, felino.


Il brano è un pezzo synth-pop nervoso e malinconico, che ben esprime quell’insofferenza dolorosa da cui uscire con uno slancio a due e ricercando un contatto con il proprio io più naturale, con gli impulsi e i bisogno che sono al di sotto di ogni maschera e ansia da riflessione.

Crediti

Testo di Federico Molisina

Musica di Dario Messina e Federico Molisina

Prodotto, registrato* e mixato da Dario Messina

Master a cura di Tommy Bianchi (White Sound Mastering Studio)

*Registrazione voci a cura di Dave Turbino (Officina Sonora)

Artworks a cura di Nicolò Canova

Fotografie di Alessandro Incognito

Line Up

Federico Molisina - voce, chitarra

Dario Messina - synth, drum machine

Contatti

Facebook

Instagram

YouTube

Soundcloud

Costello’s

http://www.costellos.it/

costebooking@gmail.com