Fergus O` Farrell

special

Fergus O' Farrell Anteprima della proiezione di Breaking Out a Dublino

14/11/2021 di Andrea Scarso

#Fergus O` Farrell ##Glen Hansard ##Michael McCormack ##Interference

Andrea Scarso, e ' conosciuto da molti come Caterino " Washboard ". Appassionato musicista, con la sua band i Fireplaces calca i palchi indigeni e non, da molto tempo. Amico di un musicista come Glen Hansard, che amiamo molto da queste parti, e ' riuscito a recarsi a Dublino per assistere all'anteprima di Breaking Out: a movie about the story of Fergus O'Farrell. Ha gentilmente condiviso le sue sensazioni in questo pezzo che ci ha regalato, e che speriamo possa creare interesse per questo film anche nel nostro paese.
Nel 2018 leggo che Glen Hansard ed una band chiamata Interference (gruppo all'epoca a me sconosciuto) avrebbero fatto una tournée nella Repubblica Ceca: per me, che vivo nel nord est, non fu poi una follia mettermi in viaggio e andare a trovarlo. Hansard quando mi vide arrivare sgranò gli occhi e mi offrì un sorriso enorme, mi prese sotto braccio e mi presentò agli altri, dicendo a tutti "questo è il mio caro amico Caterino"; subito dopo "obbligò" la band a fare Way Back in the Way Back When. Durante il sound check, sentii una canzone che ad oggi risulta essere di una bellezza disarmante, I Was Looking for Someone.

Riguardo alla mia storia personale, devo molto al nostro irlandese, per cui giovedì scorso, facendo un po' di salti mortali, sono riuscito a volare a Dublino per assistere all ' anteprima di Breaking Out: a movie about the story of Fergus O'Farrell (serata finita annegata da pinte di Guinness presso lo storico pub Cobblestone). Fergus O'Farrell è stato uno dei talenti musicali più incredibili che l'Irlanda abbia mai prodotto. Ma la sua condizione fisica, avversata dalla distrofia muscolare ha finito per impedirgli di raccogliere quei riconoscimenti che avrebbe certamente meritato. Fergus venne colpito dalla malattia all'età di otto anni, ed è stato un calvario protrattosi per quarant'anni, ovvero fino alla sua resa di fronte al male.


 

(Ph.Denise Foley)

Artisti come Bono (U2) e Liam Ó Maonlaí (Hothouse Flowers) hanno sempre cantato lodi al suo riguardo ed al suo songwriting."Egli aveva una voce che avrebbe saputo scuotere anche l'inferno"; "Cercate in youtube il suo live a Other Voices in Dingle"...

Breaking Out permette di avere contemporaneamente una visione su un pezzo di storia musicale irlandese, con highlights su un artista fantastico e, purtroppo, poco conosciuto. Questo film permette di avere l'ennesima conferma (se mai ce ne fosse il bisogno) del gran cuore di Glen Hansard, visto che Fergus divenne prima suo amico e poi collaboratore / motivatore, tanto da far portare i Frames direttamente a casa sua a Schull nella fase terminale, la sua malattia gli impediva di muoversi, per aiutarlo a finire il secondo album.

Nel film c'è una scena molto commovente, dove Fergus, durante le registrazioni, dice che il suo stato di salute non gli permette di avere abbastanza aria nei polmoni da consentirgli di tirare fuori la voce che lo ha reso famoso. Glen prende allora un tubo di gomma e, ogni volta che Fergus deve fare un acuto, vi soffia dentro, dandogli aria sufficiente per urlare al microfono. Nella colonna sonora di Once c'è una canzone, Gold, da lui scritta e che Glen suona spessissimo durante i suoi concerti, e quando Glen e Marketa vinsero l'Oscar, non ci pensarono due volte a invitare gli Interference ad aprire il concerto degli Swell Season alla Radio City Hall di New York.

Un' altra scena molto bella  che vale la pena di segnalare è quella in cui, mentre suonano Gold, Glen imbraccia la chitarra inginocchiato vicino alla sedia a rotelle di Fergus: altra testimonianza del fatto che Glen ha fatto della normalità e della umiltà i propri cavalli di battaglia.

Breaking Out è un film che fonde musica, amore e amicizia. Sarebbe opportuno, per chi non ha dimestichezza con l'irlandese, poter disporre dei sottotitoli, per godere appieno dei dialoghi. Ed altrettanto sarebbe bello ed importante, poter creare una serie di eventi incentrati su questa pellicola, rendendola disponibile quindi anche in Italia, pur conscio che non potrà certo avere un successo planetario diventando un blockbuster.

Sarebbe un segnale d'amore verso la musica che circonda noi e Glen, e che continua a regalarci enormi emozioni.