Joe Bastianich

Joe Bastianich

Venerdì 20 Settembre esce sul mercato mondiale Aka Joe .


14/09/2019 - di Giuseppe Verrini
Il primo album di Joe Bastianich, uno dei più celebri chef del piccolo schermo .
Otto  volte giudice a Masterchef Italia, Joe Bastianich corona finalmente il suo grande sogno. Il 20 Settembre esce infatti  il suo disco d’esordio, AKA JOE, che lo  chef italoamericano ha presentato nella conferenza stampa che si è tenuta il 13 Settembre a Milano presso gli uffici della Universal Music Italia.

“La musica per me rappresenta l’espressione più pura , l’emozione più vicina al cuore. In questo disco ho raccolto l’essenza più vera della mia vita, quella più intima,tra passioni,paure,ambizioni,amore. . Racconta molto di me, di ciò che sono, che ho fatto e che farò. E’ la mia rivelazione più personale e inedita . Scrivere canzoni è la cosa più emozionante che ho fatto, è terapeutico”  ha dichiarato Joe Bastianich.

Nato nel Queens, figlio di esuli istriani,  in gioventù ascoltava affascinato i grandi dell’epoca, da Led Zeppelin, David Bowie, The Ramones, Rolling Stones, dichiarando anche una grande ammirazione per i singer-songwriter come Bruce Springsteen, Tom Petty, Neil Young e, un po’  a sorpresa, a conferma della bontà delle sue radici musicali, anche altri di grande valore  ma meno noti, come Towes Van Zandt, Gram Parsons, Steve Earle e Guy Clark, considerando la musica come il grande amore della sua vita.

Non si tratta quindi dell’ennesimo caso di un personaggio, famoso in altri campi, con una carriera poliedrica che realizza un disco, ma la musica, in particolare rock, country-rock e “americana”, ha sempre fatto parte della sua vita.

Ha iniziato a suonare a 13 anni in un garage, e ha continuato a scrivere parole, melodie, ricordi che sono poi confluiti in questo suo primo album.  AKA JOE è stato registrato a Los Angeles, ma con qualche registrazione e mixaggio fatti anche in Italia al Poddighe Studio (BS) e al DutyMusic studio (BG), assieme a musicisti di altissimo livello, ed è composto da 12 brani tutti scritti da Bastianich con l’aiuto di qualche collaborazione,  che si regala così a cinquanta anni il sogno di una vita, rimettendosi in gioco in un settore nuovo per lui e di non facile frequentazione.

Altra fonte di ispirazione per  la realizzazione del disco  è arrivata dai programmi che ha realizzato  per Sky Arte HD, quali On The Road, una serie di documentari in cui ha girato tutta la penisola alla scoperta della musica e dei volti della tradizionale musica popolare italiana, e Jack On Tour  il rockumentary che l’ha portato in viaggio nella Music Highway del Tennesse e della Grande Mela, tra passato e presente.

Ogni pezzo racconta un momento della sua vita,  ha qualcosa di personale e autobiografico, un brano, Nonna (97 Years) è dedicato alla nonna Erminia, che lo chiama ancora Giuseppino, arrivata in USA senza un soldo, e che è riuscita a crescere una famiglia, Twenty Snowflakes è contro le armi da fuoco in USA , What Is A Man, dedicata ai suoi figli ,  in Joe Played Guitar, il singolo, supportato da un bellissimo video, uscito il 6 Settembre, racconta la sua storia, di quando ha iniziato a suonare in un garage,  e che lascia ben sperare per la qualità musicale degli altri brani .

Sono previste apparizioni televisive per promuovere il disco e la sua musica ma anche, il prossimo anno , un vero e proprio tour.

Un nuovo singer-songwriter  è in città.