Le Città Di K

Le Città Di K

Il video di Lontano#2


09/09/2018 - di Ambrosia J. S. Imbornone
Nuovo singolo per i bergamaschi Le città di K, per l`uscita dell`EP "Velluto". Il video e il brano ci conduce tra arpeggi pensosi e chitarre più acide, luci e colori, alberi e acqua.
"C`è bellezza nel tuo fallimento / come ferro contro l`argento / velluto che nasconde il cemento": questi appaiono i versi più suggestivi del nuovo singolo de Le città di K, che oggi, 10 settembre, lancia il suo primo EP, Velluto, disponibile nei principali digital store e anticipato negli scorsi mesi dalle single version di Rosso Come il Cielo e Dodici

La canzone prescelta come nuovo singolo appare un invito a non avere paura di limiti e possibili sconfitte, quasi cercando un`anima naturale e poetica nel cuore della metropoli, tra fiumi e aquiloni: "Lontano non c`è/ per sempre non è". Nel video le sagome dei musicisti e di un`enigmatica e affascinante figura femminile si stagliano tra gli elementi della natura, l`aria con fumo e vapore, la terra con i rami degli alberi che si allargano come braccia, l`acqua con rivoli di pioggia, bagliori infuocati di luce e colore. Mentre si è catturati da un`atmosfera di seduzione misteriosa e magnetica, in un brano che appare anche figlio dell`alt rock e del pop-rock anni `90 italiano e internazionale, si ascoltano arpeggi più pensosi, così come linee più distorte e acide nell`ultima parte della canzone.
 
 


L`EP, prodotto dal chitarrista Giorgio Mastrocola (Lele Battista, Patrizia Cirulli, Franco Battiato, Gianna Nannini, ecc.), comprende sei brani "sospesi tra lo spazio e il tempo", che tracciano "un percorso che si snoda tra le tonalità di un rock tagliente, arricchito dagli intrecci di synth ed elettronica su cui si stagliano le liriche in italiano":
I brani si rivelano progressivamente lungo coordinate dominate dallo spazio e dal tempo. A fare da sfondo la Città di K, con i suoi protagonisti e i frammenti che compongono un piccolo universo di storie per guardare dentro di noi e le nostre vite. L’attesa e il silenzio che precedono l’incontro e la seduzione, mentre ci chiediamo se ci voglia più coraggio per restare o per fuggire. I fantasmi che si rincorrono e ci invitano a danzare, mentre cerchiamo i ricordi che abbiamo nascosto così bene da scordare anche lei. Il tempo come cura e isola, prima di cedere alla bellezza del fallimento che scorre nelle strade e nelle vene della città stessa. La resa di un uomo che sogna di essere un fiore del male ma che non sa scegliere e si limita ad aspettare, incapace di trovare un senso alla sua stessa vita. L’arrivo del giorno perfetto per urlare al mondo che “io non esisto!”; fino alla consapevolezza a cui aggrapparsi che ci sono molti e infiniti modi per condurre le nostre esistenze e che il solo filo comune delle nostre traiettorie è il viaggio stesso.  

 



Le Città di K - Velluto (2018)

Rosso Come Il Cielo
Il Tempo (Che Ho Nascosto)
Dodici
Lontano#2
La Resa
Molti modi
 

Le Città di K sono

Davide Zanni: voce e chitarra
Paolo Armati: chitarra
Salvatore Lentini: basso elettrico

Musicisti aggiuntivi nel disco:

Teo Marchese: batteria
Giorgio Mastrocola: elettronica e synth
Guglielmo Scarsi: synth e pad (in Dodici)

Produzione Artistica: Giorgio Mastrocola
Registrato da Giorgio Mastrocola con Lele Battista presso Le Ombre Studio (Milano)
Mix: Max Lotti presso Casamedusa Studio (Milano)
Mastering: Eleven Mastering (Busto Arsizio, Varese)
Musiche e testi: Le città di K
Arrangiamenti: Le città di K con Giorgio Mastrocola
Credits Video di Rosso Come Il Cielo, Dodici e Lontano#2
Davide Zanni con Wolfpack Production
Artwork Design: Mattia Bologna





Biografia

Le città di K nascono nel 2017 nella provincia bergamasca, con la produzione artistica di Giorgio Mastrocola, come evoluzione del progetto Euphorica, formazione elettro-acustica che aveva dato vita a diversi lavori in studio, ottenendo recensioni delle principali testate, partecipazioni a festival come Il Tenco Ascolta, Arezzo Wave Love Festival, Collisioni di Barolo, MEI Supersound, riconoscimenti nazionali (Rock Targato Italia e a Ritmi Globali Globali Europei), passaggi in TV  e radio.

Il mondo de Le città di K è caratterizzato da sonorità elettriche più decisamente rock, arricchite dalle presenza dei synth e dell’elettronica e dall’attenzione ai testi in italiano. L’uscita del primo EP Velluto, a settembre 2018, è anticipata dai singoli Rosso Come il Cielo, Dodici e Lontano#2.

 
Info e link