Les Enfants

special

Les Enfants L'album Brilla in anteprima in streaming

06/09/2021 di Ambrosia J. S. Imbornone

#Les Enfants#Italiana#Pop #Les Enfants #Brilla

Chiudete gli occhi per vedere le luci della musica dei milanesi Les Enfants, che tornano con l'album Brilla per scintillare con semplicita', malinconia, chitarre post-rock, ritmi pop brillanti e ballate intime.
Esce ufficialmente domani, 10 settembre, per Costello's Records, con distribuzione The Orchard, il nuovo album che segna il ritorno dei milanesi Les Enfants, già anticipato con una vendita esclusiva su Bandcamp.

Il lavoro si intitola Brilla e parte subito come un disco emozionante e agrodolce, con le chitarre dell’intro strumentale Alba; le chitarre che si ascoltano nell’album appaiono infatti introspettive e post-rock con riff al contempo pensosi, accattivanti e struggenti (v. la suggestiva Non amarsi, che parla dei rischi inevitabili dell'amore, come quello di avere "un cuore ferito che sanguina luce / che illumina a giorno nell’oscurità"), oppure accompagnano ritmi vivaci e brillanti per un pop-rock di sicuro effetto. I synth, dal canto loro, stendono un tappeto di stelle per lucidare i pensieri, o contribuiscono a rendere scintillanti e vaporosi i pezzi più veloci.

Non mancano poi ballate come Resta con me con la sua “piccola malinconia” vischiosa, che ti si appiccica addosso o ti stringe un nodo in gola; è presentata come una canzone “da ascoltare durante una notte d'estate, quando tutti dormono e riaffiorano vecchie emozioni, legami antichi”. È un brano evocativo e a suo modo potente, grazie soprattutto ai synth del ritornello.

Un’altra ballata intensa, inquieta e notturna è la successiva Brutte parole, una canzone sulle parole che fanno male e in qualche modo una preghiera laica di aiuto per salvarsi “da tutto questo male da tutto questo bere”.

La chiusura del disco è pure agrodolce, affidata a Tramonto, come nel finale di un’ideale giornata, scandita dalla musica: è quasi una marcia, con synth come piccole luci, che accarezzano come punti luminosi rassicuranti all’orizzonte.

Sì, è proprio la luce il leitmotiv di questi brani, forse anche perché, chiudendo gli occhi, è possibile vedere bagliori e chiaroscuri che animano questi pezzi. Il titolo Brilla ha infatti varie accezioni, partendo da quella più letterale. Ecco com’è presentato l’album:

Brillare, ovvero risplendere, emettere luce. Ma anche far esplodere. E perché non considerare l'accezione eccellere?
Ognuno di questi tre significati è perfetto per parlare di Brilla, il terzo album dei Les Enfants.
Brilla sono le luci della città di notte, quelle che fioriscono nel buio e ci accompagnano in giro per le vie, fino all’alba, quando il giorno si fa strada nel cielo e noi torniamo a casa sentendoci un po' più grandi e con gli occhi pieni dei momenti importanti della sera prima.
Ma Brilla è anche un'esplosione di suoni. Una deflagrazione di synth e riverberi e chitarre luminose che riavvicina la band milanese al sound degli esordi, con le riconoscibili influenze post-rock impreziosite da un gusto raro per le melodie e da testi che puntano dritti al cuore delle cose, con un'onestà a tratti disarmante.
Con uno sguardo pieno di pietas verso le nostre fragilità, le nostre paure e i cortocircuiti del nostro quotidiano, questi brani danno voce al nostro “io” più intimo, facendolo finalmente uscire fuori allo scoperto, in totale libertà, manifestando i suoi limiti senza imbarazzi, senza stupide sovrastrutture.
Cosa c'entra l'eccellere? Semplice, i Les Enfants sono i più bravi.


Dal canto suo il gruppo mette in evidenza l’anima pop, semplice, dolce, malinconica e personale di questo lavoro:

«"Brilla" è pop a modo nostro, una dolce malinconia e gli occhi che cercano oltre l'orizzonte.
Non è un disco cinico, non è un disco moda.
È il nostro modo di suonare e di fare musica giocando sul serio.
"Brilla" non è solo un LP: è un gioco in forma canzone che cambia ogni concerto. Durante il live le 6 tracce belle impacchettate del disco tornano ad essere pasta di suono, a suonare come ci viene spontaneamente da fare da 10 anni nel nostro garage.
"Brilla" è una raccolta delle migliori canzoni che abbiamo scritto negli ultimi 3 anni.
Brilla è un disco pop di canzoni d’amore.
Brilla è un consiglio. Brilla come la luna.
Brilla è mancanza e ricerca.
Brilla è un disco che fa alzare le braccia al cielo».


Buon ascolto!

Tracklist
1. Alba
2. Non Amarsi
3. Io e te
4. Grida forte
5. Resta con me
6. Brutte parole
7. Tramonto

Crediti
Produzione: Dario Pruneddu
Mix: Antonio Polidoro
Master: Antonio Polidoro

Artwork: Eduardo Stein Dechtiar

Biografia

Les Enfants sono quattro amici che iniziano a suonare assieme nel 2010 accomunati dalla passione per i Sigur Ros, gli Explosion in the Sky e i Radiohead. Nel 2012 esce il loro primo EP per Via Audio Records, Les Enfants (Ep), che gli permette di suonare tanto in Italia, facendo molte aperture importanti. Il 2014 è l’anno di Persi Nella Notte (Ep), disco molto fortunato che li porta in tour per due anni con circa 200 date in tutta Italia, compresi festival importanti come MIAMI e Collisioni. Nel 2016 vengono chiamati dalla redazione di X-Factor per partecipare al programma; inizialmente incerti, decidono quindi di provare questa nuova avventura. Superano agilmente le selezioni ed entrano nella trasmissione. Il loro giudice è Alvaro Soler, sul quale la band dichiara: “bravo ragazzo, ma con una visione musicale lontana dalla nostra, la vita televisiva ci sta estremamente stretta e ci sentiamo come giaguari in gabbia”. Escono alla seconda puntata, contenti dell'esperienza e di ciò che sono riusciti a fare. Prima di entrare a X-Factor avevano già pronto il loro primo album, così nel 2017 esce Isole.
Grazie alla collaborazione con Radar Concerti iniziano un altro tour importante, che li porta ad aprire le date italiane dei Temper Trap, poi ancora al MIAMI, all’I-Days Festival e molto altro.
A maggio 2018 esce Grida Forte, accompagnato da un tour di 10 date.
La band si chiude quindi in studio per lavorare all’atteso quarto disco, che uscirà a settembre 2021 per Costello’s Records.

Contatti
Spotify
Instagram
Facebook

Costello's su Facebook