Fil Bo Riva

Fil Bo Riva

E’ uscito Beatiful Sadness, l’album di debutto di Fil Bo Riva.


04/04/2019 - di Giuseppe Verrini
Disco e tour europeo per il giovane talento italiano che vive a Berlino.
Fil Bo Riva è il nome d`arte del cantautore Filippo Bonamici, 26 anni, nato a Roma ed emigrato molto giovane (a 14 anni!!) all’estero, prima a Dublino, dove ha vissuto una decina di anni, poi a Berlino, dove vive dal 2016. Dopo l`Ep If You`re Right, It`s Alright, che gli ha procurato grande  visibilità e milioni di visualizzazioni  su You Tube, arriva al suo primo album, Beautiful Sadness, anticipato dai singoli Go Rilla e L`Over, e  un sorprendente  lungo tour europeo che inizierà proprio dal nostro paese.

Lo incontriamo con il suo chitarrista  Felix A. Remm con cui, proprio a Berlino, da tre anni ha sviluppato un interessante e proficuo sodalizio musicale.

Sembra ancora più giovane dei suoi 26 anni, volto fresco e fisico da paura,  e racconta le sue passioni musicali di sempre, Beatles su tutti “Sono stati loro a indurmi a cantare …., il mio sogno sin da bambino era quello di scrivere musica con testi in inglese”, ma anche Doors, Rolling Stones e i più recenti  Arctic Monkeys , Bon IverThe War On Drugs, mentre tra gli italiani ama  Lucio Battisti e Luigi Tenco e tra i gli artisti più recenti  apprezza molto Calcutta.

Tredici canzoni con un brano, L’Impossibile , che è anche “Il primo brano che scrivo in italiano” e che rappresenta la prima incursione del cantautore nei testi in italiano, anche se solo per il ritornello.  Il  suono del lavoro è molto lineare e pulito, con sonorità indie ma potenzialità mainstream, decisamente moderno ma con forti sapori vintage, dovuti sicuramente ai suoi amori musicali per gli anni ’60, e che prosegue sulla strada che ne ha permesso l’affermazione internazionale con il precedente ep, tre tour europei perennemente sold out, numerosi festival internazionali e la nomination agli utlimi European Talent Award.

Filippo racconta del suo grande sogno, coltivato sin da bambino, di diventare una star, con la musica come costante compagna di viaggio, un viaggio partito da Dublino per imparare bene l’inglese e poter così scrivere i testi in quella lingua, e poi la città della sua svolta musicale, Berlino, più “economica”, ricca di giovani ,  una città senza limiti e orari, che ben si sposava con l’altra sua grande passione, il Design.  Ha infatti  intrapreso studi di Design, che pur interrotti per la musica,  hanno sicuramente influenzato anche il suo modo di scrivere, e che l’hanno visto coautore della copertina del disco.

Ci da un assaggio delle canzoni con un breve showcase acustico, accompagnato  dal fido Felix A. Remm, con tre brani tratti da Beautiful Sadness  e uno dal precedente  ep, confermando anche in acustico la bellezza della sua scrittura e delle melodie.

E’ una bella storia, quella di un italiano emigrato  per conoscere il mondo, le lingue, le culture, per amore della musica, e che ritorna da (quasi) star  nel nostro paese.

Un talento puro, un artista italiano che potrebbe veramente nei prossimi mesi sbocciare alla grande a livello internazionale, come è capitato a pochi  altri, pensiamo ad esempio a Jack Savoretti o a Pippo Pollina .

Da conoscere.

 

  Beatiful Sadness Tour 2019 

 

 03.04.2019 - Milano, Magnolia

04.04.2019 - Bologna, Locomotiv

05.04.2019 - Torino, Spazio 211

07.04.2019 - Roma, Monk

24.04.2019 - Hamburg, Große Freiheit 36

26.04.2019 - Hannover, Capitol

27.04.2019 - Münster, Sputnikhalle

28.04.2019 - Antwerp, Trix

30.04.2019 - Paris, Backstage

01.05.2019 - London, Oslo

02.05.2019 - Amsterdam, Paradiso

08.05.2019 - Dresden, Scheune

09.05.2019 - Munich, Muffathalle

10.05.2019 - Salzburg, Rockhouse

11.05.2019 - Linz, Posthof

14.05.2019 - Lausanne, Le Romandie

15.05.2019 - Zurich, Dynamo

16.05.2019 - Nuremberg, Z-Bau

17.05.2019 - Zwickau, Alter Gasometer

23.05.2019 - Kassel, 130bpm

24.05.2019 - Frankfurt am Main, Sanktpeter

26.05.2019 - Dortmund, FZW

27.05.2019 - Cologne, Gloria

30.05.2019 - Berlin, Huxleys

 

 

Foto Giuseppe Verrini